domenica 7 settembre 2014

L'EFEBO SELINUNTINO IN VERSIONE DISNELIANA ATTENDE I PICCOLI AL PARCO ARCHEOLOGICO PIÙ GRANDE D'EUROPA

Sulla scia del grande successo di presenze registrato nel corso delle aperture serali, il Parco
archeologico di Selinunte apre gratuitamente ai bimbi e ai genitori che li accompagnano. L'evento, che si replicherà ogni prima domenica del mese, è stato denominato "Il Parco dei bimbi". I piccoli visitatori potranno vivere dalle ore 10,00 una mattinata all'insegna del divertimento e dell'allegria, con giochi e sorprese, accompagnati nel loro percorso da uno staff qualificato, con sindaco e giunta in testa, che li introdurrà, in maniera semplice, alla conoscenza dei tesori del Parco archeologico. 
In occasione della manifestazione sarà presentata ufficialmente la mascotte del Comune, rappresentante il famoso Efebo selinuntino in versione disneliana, creata per accogliere i più piccoli e condurli ad una conoscenza, quanto più approfondita possibile, delle bellezze del Parco, parlando il loro linguaggio. "Per la realizzazione dell'illustrazione dell'Efebo - spiega il mazarese Massimo Asaro, uno dei più quotati disegnatori italiani per la Walt Disney - ho cercato di mettere in luce il carattere del personaggio. Osservando attentamente il meraviglioso giovinetto bronzeo ho tentato di cogliere le sue peculiarità ed in considerazione della giovinezza che rappresenta, ho cercato di renderlo il più euforico e scanzonato possibile, rispettando l'aspetto epico ed elegante che l'opera in se rappresenta, ma filtrandolo attraverso una lente più congeniale ai bambini ed ai ragazzi, sottolineando una chiave comica del soggetto". Madrina d'eccezione sarà Patrizia Valenti, la Vice-Presidente della Regione Siciliana che ha aderito con entusiasmo alla originale iniziativa. La giovane mascotte è attualmente sprovvista di nome per consentire ai piccoli visitatori di aderire al concorso per attribuire un nome adeguato al personaggio che rappresenta. "Siamo convinti - spiega Felice Errante, sindaco di Castelvetrano - che i bambini siano i migliori testimonial del nostro territorio, perché attraverso il loro entusiasmo e la loro passione possono diventare un volano per far conoscere le nostre bellezze e trasmettere anche agli adulti l'amore ed il rispetto per le cose belle. Ci siamo resi conto - prosegue il primo cittadino - che molti nostri piccoli concittadini non conoscevano appieno il sito archeologico più grande d’Europa e con questa ed altre iniziative allo studio vogliamo promuovere l'amore per i nostri tesori. Vi aspettiamo in tanti". 

Nessun commento:

Posta un commento