mercoledì 20 agosto 2014

INCENDI NEL TRAPANESE, LAMBISCONO VILLETTE

Un incendio devastante, alimentato dal vento di scirocco, che ha soffiato fino a 35 nodi, e dalla mano dei piromani, ha messo a serio rischio ieri notte le abitazioni nella frazione costiera di Pizzolungo nel territorio di Erice. Paura tra i villeggianti di alcune abitazioni che hanno visto lambire le proprie case dal fuoco e sono stati costretti a lasciarle per precauzione. Il fuoco è stato segnalato attorno alle 2,30 del mattino, quando il rogo è partito dall'alto di Monte Erice, in località Fontanarossa, e in un battibaleno le fiamme, divorando ettari di vegetazione, si sono sviluppate, lambendo le villette e causando lo sgombero di 20 abitazioni, su tutto il fianco della montagna che arriva fino al versante di Pizzolungo, in questo periodo affollata di villeggianti. Un inferno di fiamme e il denso fumo hanno minacciato persone ed abitazioni, alcune di queste sono state leggermente danneggiate ma solo nelle parti esterne, in particolare recinzioni ed aree sistemate a verde. Si è evitato il peggio grazie al pronto intervento dei mezzi della Protezione Civile del Comune di Erice, vigili del fuoco, forestali e volontari di diverse associazioni prontamente allertate. In totale in cenere sono finiti quasi 25 ettari di vegetazione, un danno gravissimo per il territorio ericino. Per sicurezza per diverse ore è stata chiusa la strada che attraversa Pizzolungo, occupata da centinaia di abitanti della zona che in preda al panico, viste le fiamme avvicinarsi, hanno abbandonato le loro case riversandosi nella strada. Carabinieri e polizia hanno messo in sicurezza le persone sgombrando la strada così da permettere l'agevole arrivo dei mezzi di soccorso impiegati a spegnere l'incendio. Dopo cinque ore il rogo è stato circoscritto e sono iniziate le operazioni di bonifica. La stessa area è stata colpita da incendi dolosi nelle estati del 2003, 2007 e 2010, e un paio di abitazione restarono avvolte dalle fiamme. Oltre le calde ed afose giornate dovute al vento di scirocco, i piromani, nelle ultime ventiquattrore, si sono dati da fare e i danni sono stati ingenti. Altri incendi hanno interessato la provincia di Trapani tra cui uno a Monte Bonifato, nel territorio alcamese, ed un altro nel Bosco Scorace, cuore del fertile territorio collinare che da Buseto Palizzolo si estende verso Calatafimi-Segesta. L'intervento dei forestali e di un aereo Canadair ha impedito che il rogo distruggesse il piccolo e prezioso polmone verde, già negli anni ridotto da incendi, disboscamenti per fini agricoli ed incuria.

Nessun commento:

Posta un commento