martedì 1 luglio 2014

GIOVANE INSEGNANTE DI MUSICA ABUSAVA SESSUALMENTE DELLA GIOVANISSIMA ALLIEVA, DI APPENA 10 ANNI.

Una bambina di appena dieci anni avrebbe subito abusi sessuali dal suo insegnante privato di musica. La
vicenda è accaduta a Mazara del Vallo, dove il giovane insegnante è stato raggiunto da un'ordinanza di misura cautelare del collocamento in comunità, per essersi reso autore del reato di atti sessuali con una minorenne. Il ragazzo, di Mazara del Vallo, "non ancora maggiorenne, approfittando - afferma la polizia di Stato in servizio presso la III Sezione della Squadra Mobile di Trapani - del suo ruolo di insegnante privato di musica, avrebbe abusato, con più azioni, sessualmente di una sua giovane allieva di poco più di 10 anni". Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale per i minorenni di Palermo, Cimò, su richiesta del Pm Claudia Caramanna. L'indagine, scattata dopo la denuncia della madre della piccola vittima, è scaturita dal racconto della bambina la quale prima confidandosi con la propria madre e, successivamente, ascoltata alla presenza di una psicologa, ha riferito con dovizia di particolare gli abusi che era stata costretta a subire, presso l'abitazione dell'indagato, durante le ore in cui avrebbero dovuto impartirle le lezioni private di musica. Successivi accertamenti, svolti dagli inquirenti, anche riguardanti il contesto socio-familiare dell'indagato, hanno permesso di acquisire ulteriori elementi di riscontro all'ipotesi di reato e "hanno evidenziato un'indole deviata e prevaricatrice del minore, il quale - riferiscono gli inquirenti - non ha esitato ad approfittare della sua qualità di maestro di musica e della circostanza che la persona offesa fosse stata a lui temporaneamente affidata per compiere condotte abusanti". Il minore, dopo l'esecuzione della misura è stato condotto dalla squadra mobile di Trapani in una Comunità per minori al fine di ivi intraprendere un percorso rieducativo.

Nessun commento:

Posta un commento