venerdì 4 luglio 2014

DOCENTE MARSALESE CONDANNATO PER AVER PALPEGGIATO TRE ALLIEVE

E' stato condannato a quattro anni e due mesi di reclusione per violenza sessuale, atti sessuali con minore e
molestie l'insegnante originario di Marsala che avrebbe molestato e palpeggiato tre studentesse. Il sessantunenne, in servizio presso l'Istituto Professionale di Stato Alberghiero, è stato condannato dal tribunale collegiale di Trapani anche a risarcire una delle tre vittime con una somma di ventimila euro, la sola che nel procedimento penale contro l'insegnante si è costituita parte civile. Le accuse, contestate all'imputato, erano di violenza sessuale e molestie. I giudici, presidente Alessandra Camassa, a latere Samuele Corso e Chiara Badalucco, hanno disposto la derubricazione per uno dei capi d’accusa, relativo alla violenza, che è stato "diversamente qualificato" dal Tribunale in atti sessuali con minore, con una sentenza nella quale si sottolinea, tuttavia, l'attenuante di fatti ritenuti di minore gravità e comunque considerati sotto il vincolo della continuazione. L'imputato era accusato di avere molestato e palpeggiato, nell'arco di ben due anni, dal 2009 al 2011, in particolare, tre studentesse che, infine, lo hanno denunciato. Ogni occasione, per l'uomo, sarebbe stata buona per toccare le gambe, ed altre parti del corpo, delle ragazze. Episodi che si sarebbero verificati quando qualcuna di esse si avvicinava alla cattedra o si rivolgeva a lui per chiedere una delucidazione o persino per essere interrogata nella materia che il docente insegnava. In una occasione, il docente sarebbe riuscito anche a dare un bacio ad una delle tre "vittime" nonostante il dissenso da lei manifestato. Le molestie. invece, sarebbero state effettuate per telefono.







Nessun commento:

Posta un commento