mercoledì 11 giugno 2014

"SUDATI E CONTENTI" E' IL FRUTTO DELLA III EDIZIONE DELLA "BATTUTA FOTOGRAFICA" DEL CLUB UNESCO SELINUNTE

Seguita incessante a mietere successi il Club Unesco Castelvetrano Selinunte giunto alla terza edizione della
ormai nota "Battuta Fotografica" monumentale e paesistica, quest'anno dedicata a "I Mulini sul Fiume Modione", seguendo per il secondo anno consecutivo il tema de "la via dell'Acqua". La giornata, sviluppata con la collaborazione dell'Unione Italiana Fotoamatori (UIF), che anche quest'anno ha fatto giungere nel territorio castelvetranese un nutrito numero di fotoamatori, provenienti dalle provincie siciliane, si è conclusa con la consapevolezza di aver catturato le più recondite peculiarità del territorio da dedicare alla memoria, in quanto, purtroppo, dei mulini, depredati ormai di tutto, esistono, solo di alcuni, le vestigia. 
"Per la posizione e per quanto rimane - afferma il presidente del Club Unesco, Nicola Miceli - sarebbero meritevoli di recupero il Mulino dello Staglio, il Mulino di Messer Andrea e il Mulino Errante, che si trovano rispettivamente lungo la via Partanna, lungo la strada che da via Seggio conduce a Zangara e lungo la via Errante. 
Durante la giornata il rammarico di non aver potuto visitare e catturare le immagini dei Mulini Terzi e Guirbi, quelli meglio mantenuti ed in parte recuperati, per il divieto imposto dai proprietari. Ma alla fine della giornata, nonostante fossimo sudati, siamo stati tutti contenti e soddisfatti - prosegue il presidente Miceli - per aver fruttato innumerevoli e meravigliosi scatti, già al vaglio della commissione esaminatrice, che come da tradizione, al Campo Archeologico Museale di Triscina, regalerà un'indimenticabile "Degustazione di Scatti". 
La Battuta è iniziata con la tappa sul primo Appresamento dell'acqua in contrada Staglio, lungo una parte del Modione che mantiene ancora intatta la veste dell'antico Fiume con la sua tipica vegetazione, rappresentata in gran parte di canne e olmi. 
L'Appresamento dell'acqua per i mulini Staglio, Terzi e Guirbi, costruita in modo artificiale sul fiume, oggi è rappresentata da una piccola cascata che, oltre a creare un'immagine inusuale per i nostri fiumi, è artefice di un effetto acustico, lo "scorrere di acque", che, emergendo in mezzo alla selvaggia vegetazione, riempie tutta la Vallata. Particolare ed interessante è stata la visita al ponte a quattro archi su cui passa il canale di approvvigionamento che, proveniente dal mulino Garofalo, oggi inesistente, dopo un discreto percorso giungeva sul mulino Garibaldi, l'ultimo in ordine sul percorso del fiume. La cerimonia conclusiva dedicata alla "Degustazione di Scatti" è aperta a tutti coloro che amano conoscere ed apprezzare le peculiarità più recondite di un territorio ancora tutto da scoprire. L'appuntamento è in programma per sabato 26 luglio prossimo al Cam, Fondazione Kepha, a Triscina di Selinunte.

Nessun commento:

Posta un commento