lunedì 30 giugno 2014

BRUCIA LA SICILIA OCCIDENTALE, DA CASTELLAMMARE A MONTELEPRE

La Sicilia Occidentale e la provincia di Trapani, in particolare, in queste ore è circondata dalle fiamme. Una serie di incendi, alimentati dal forte vento di scirocco, si sono rapidamente propagate nelle zone più suggestive della Sicilia Occidentale. Le fiamme, secondo gli investigatori sono dolose. Dopo Erice, Scopello e il versante Ovest e Nord-Est del Monte Inici, tra Castellammare del Golfo e Scopello, un nuovo incendio è divampato ieri sul monte Inici, tra le località Costa Larga e Costa Romita, nel territorio di Castellammare del Golfo. Le fiamme, provocate dai focolai del vasto incendio di domenica, che sembrava essere stato domato, si sono rapidamente propagate colpendo parte della Riserva dello Zingaro, arrivando a lambire il centro abitato di Castellammare e minacciando di coinvolgere anche le zone abitate rurali che interessano la Statale 187. Gli edifici in località Fraginesi sono stati evacuati. Sul posto stanno operando già da diverse ore i vigili del fuoco ed uomini della Forestale. E' stato nuovamente richiesto l'intervento di canadair. Castellammare continua a bruciare, perché le operazioni di spegnimento sono rese difficoltose dal forte vento di scirocco che soffia nella zona. Anche Pantelleria è stata nuovamente invasa dalle fiamme. L'incendio che sembra essere di natura dolosa ha interessato la contrada Suvaki, in prossimità di due strutture alberghiere e ha minacciato diversi dammusi nelle vicinanze. Panico fra le persone che hanno evacuato le abitazioni. Il sindaco di Pantelleria, Salvatore Gabriele, ha chiesto l'intervento di due Canadair. Con una nota il presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha manifestato indignazione e sospetti per le fiamme che sono divampate, in mezza Sicilia, alla vigilia dell'arrivo degli elicotteri in dotazione al servizio antincendio nell'Isola, con l'aggiudicazione della gara che scadeva proprio nella mattinata di ieri. Altri roghi sono divampati nella provincia di Palermo, da Misilmeri a Montelepre in contrada Montedoro. Un altro incendio è stato appiccato nella zona di Isola delle Femmine, vicino la zona commerciale, dove un pompiere è rimasto intossicato ed è stato trasferito a Villa Sofia.

Nessun commento:

Posta un commento