lunedì 3 febbraio 2014

SERIE A. CATANIA - LIVORNO 3-3. I SICILIANI SI AGGRAPPANO ALLA SERIE A

Il Catania non perde lo scontro salvezza con il Livorno e acciuffa per ben tre volte i toscani bloccandoli sul 3-3. Alle reti di Emeghara e Paulinho, rispondono Bergessio, Barrientos e Almiron. Con questo pareggio, né il Livorno né il Catania escono dalla zona retrocessione. I siciliani rimangono ultimi a due punti dal Sassuolo sconfitto dal Verona. Un primo tempo noioso e un secondo tempo al cardiopalma. Queste due squadre si sono giocate un pezzo di Serie A regalando tantissime emozioni ai loro tifosi. Quello di oggi è stato il pareggio numero quattro in venti precedenti in Sicilia. Ben undici le vittorie del Catania e solo cinque quelle del Livorno dagli anni ’30 a oggi. Nel primo tempo le squadre si sono divise equamente il possesso palla. La prima vera occasione è per il Livorno: all’8’ Emerson trova un tiro d’esterno che costringe Frison alla deviazione con i pugni. Al 13’ ci prova anche Emeghara con un sinistro rasoterra che si spegne a lato. Il Catania prova a passare in vantaggio con Peruzzi con un destro verso la porta, deviato da Leandro Rinaudo. Neanche un minuto di recupero e il primo tempo termina senza regalare particolari emozioni, ma numerosi scontri a metà campo. Nel secondo tempo si spezza l’equilibrio. Appena cinque minuti ed Emeghara trova il vantaggio appoggiando in rete un pallone vagante in area dopo la respinta di Frison sul tiro di Paulinho. Emeghara non segnava da diciannove turni. Il Catania passa al 4-3-3 e al 61’ trova il gol del pareggio con Bergessio che gira un cross di Barrientos in porta, Bardi para ma non blocca la sfera, e l’argentino infila in rete per l’1-1. Al 71’ Bergonzi concede un calcio di rigore al Livorno per un fallo dubbio di Frison su Emeghara: dal dischetto parte Paulinho che spiazza il numero uno rossoazzurro. Espulso Maran per proteste. Passano poco più di tre minuti e cambia di nuovo il risultato: Barrientos trova il gol in mischia su calcio d’angolo. Altri due minuti ed è ancora vantaggio per il Livorno: Emeghara firma la doppietta appoggiando in rete il tiro di Duncan deviato da Frison che non si fida della sua presa. A sette minuti dalla fine ci prova Spolli con un colpo di testa che termina di poco a lato. Il Catania non molla e trova nuovamente il pareggio a due minuti dalla fine con Sergio Almiron che in area di rigore dei toscani ha il tempo di stoppare e tirare con il destro in rete. Dopo cinque minuti di recupero e due mini risse termina la gara.
Cronaca di Gualtiero Sanfilippo per 


TABELLINO

CATANIA (3-5-2): Frison 5, Bellusci 5,5 (54’ Izco), Spolli 6, Rolin 6, Peruzzi 6, F.Rinaudo 6 (70’ Almiron), Lodi 6,5, Barrientos 6,5, Biraghi 6, Bergessio 6,5, Leto 5,5 (59’ Castro). A disp. : Andujar, Ficara, Rolin, Legrottaglie, Capuano, Almiron, Plasil, Monzon, Izco, Castro, Boateng, Keko, Fedato.All.: Rolando Maran.

LIVORNO (3-5-2): Bardi 6, Ceccherini 6 (69’ Valentini), L.Rinaudo 6, Emerson 6,5, Mbaye 6, Benassi 6, Luci 6,5, Duncan 6, Castellini 6, Paulinho 6,5 (83’ Biagianti), Emeghara 7,5 (78’ Belfodil). A disp. :Anania, Aldegani, Piccini, Coda, Valentini, Mesbah, Biagianti, Mosquera, Borja, Belfodil. All.:Domenico Di Carlo.

ARBITRO: Bergonzi di Genova.

RETI: Bergessio 61’, Barrientos 75’ e Almiron 88’ – Emeghara 50’ e 78’, Paulinho 71’

Nessun commento:

Posta un commento