lunedì 3 febbraio 2014

NUOVO SCENARIO NEL CASO DI PROVVIDENZA GRASSI, LA RAGAZZA SCOMPARSA E TROVATA MORTA DOPO SEI MESI

C'è un testimone per l'incidente stradale nel quale sarebbe morta Provvidenza Grassi, trovata giovedì 23
gennaio scorso, vicino alla sua auto sotto un viadotto dell'autostrada, dopo sei mesi dalla sua scomparsa. Un testimone non oculare ma uditivo. Si tratta di Giovanni Scivolone, abitante di Bordonaro, che alla trasmissione "Punto franco" di Rtp ha raccontato quanto sentito quella notte tra il 9 e il 10 luglio 2013.Si apre così un nuovo scenario nel caso di Provvidenza Grassi. "Quella sera ero affacciato alla finestra di casa. Fumavo una sigaretta – racconta Scivolone -.Esattamente alle 2.23 ho sentito un rumore, come di una frenata. Poi una botta violentissima. Successivamente ho sentito muoversi le foglie degli alberi. Mi sono sporto, ma era buio pesto e non ho visto niente". Tutto ciò sembra quindi confermare quanto ipotizzato sin da subito dagli inquirenti.
La testimonianza di Scivolone smonterebbe qualsiasi tesi alternativa avanzata dalla famiglia della ragazza e dal loro avvocato, Giuseppina Iaria, ma c'è dell'altro. Scivolone aggiunge un particolare che potrebbe far pensare o ad altre vetture coinvolte o comunque a qualcun altro che abbia assistito, magari direttamente dall'autostrada, all'incidente. "Mi sono accorto, però, - testimonia l'uomo - che una Peugeot di colore bianco percorreva la bretella dell'uscita della tangenziale di Gazzi a velocità ridottissima. Strano, visto che a tarda notte, i veicoli sfrecciano a tutta velocità". Le dichiarazioni rilasciate dal testimone Giovanni Scivolone, nel corso della trasmissione "Punto franco" andata in onda su Rtp, hanno svelato un altro retroscena. Informazioni dettagliate e convincenti, tanto che del suo racconto ne terrà conto anche la magistratura, che seguendo la pista dell'incidente stradale, ritiene ragionevole l'orario indicato come quello in cui si sarebbe verificato il sinistro. Intanto, nel registro degli indagati la Procura di Messina ha iscritto sei dirigenti del Cas (Consorzio autostrade siciliane) per omicidio colposo. Per gli inquirenti, il guardrail, contro il quale avrebbe impattato l'auto della giovane, non era regolare e non avrebbe fermato la corsa del veicolo. Il sostituto procuratore, Diego Capece Minutolo, ha conferito l'incarico ad un ingegnere che dovrà effettuare una perizia sulla vettura ritrovata in contrada Bordonaro e valutare se le condizioni dell'auto sono compatibili con la caduta dal viadotto. L'accesso ad una strada di campagna, dalla quale si può accedere al luogo dell'incidente, è stato transennato dagli inquirenti. 
Privilegiando la pista dell'incidente, gli investigatori stanno valutando l'ipotesi che l'11 luglio, alcune ore dopo l'incidente, dal telefonino di Provvidenza Grassi sia partita una chiamata verso casa. In effetti la madre avrebbe risposto ad una telefonata, ma dall'altro capo del telefono nessuno avrebbe parlato. Ma la scomparsa e la morte di Provvidenza al momento sono un vero e proprio giallo, perché altre testimonianze parlano della ragazza in vita sia il 20 luglio, cioè nove giorni dopo l'ipotetico incidente, che addirittura nel mese di agosto. Secondo quanto trapelato dal Palazzo di Giustizia, il fidanzato dalla ragazza scomparsa lo scorso 10 luglio ha raccontato agli investigatori di avere ricevuto da Provvidenza una telefonata il 20 luglio: "Lei piangeva al telefono", ha detto agli investigatori che l'hanno ascoltato. Il padre di Provvidenza ha sempre scartato l'ipotesi dell'allontanamento volontario della figlia ed ha sempre puntato l'indice contro gli investigatori perché non l'avrebbero cercata a sufficienza dopo la denuncia.Una teste, inoltre, avrebbe riferito di un incontro verificatosi a Villapiana Lido, nel Cosentino, avvenuto nel mese d'agosto. Il giallo quindi prosegue e non sono esclusi ulteriori sviluppi nelle prossime ore. Gli investigatori aspettano risposte concrete dall'esame autoptico, eseguito dal medico legale, Elvira Spagnolo, sul cadavere della donna, per capire le reali cause del decesso.

Nessun commento:

Posta un commento