mercoledì 26 febbraio 2014

MAFIA. "QUALCUNO CI TIENE A MANTENERE ELEVATA LA TENSIONE". MASSIMA ALLERTA PER I MAGISTRATI TRAPANESI

La Prefettura di Trapani ha potenziato al massimo le misure di sicurezza per otto magistrati trapanesi e in particolare nei confronti del procuratore capo di Trapani, Marcello Viola, e di altri tre sostituti procuratori. A renderlo noto è stato lo stesso prefetto di Trapani, Leopoldo Falco. "Nell'ambito di un Piano di sicurezza interprovinciale – ha affermato il prefetto Falco – abbiamo rafforzato la vigilanza sulle strade e nei luoghi quotidianamente frequentati dai magistrati, compresa l'autostrada che collega Trapani con Palermo. Ogni settimana si verificano almeno due episodi atipici, a volte sono falsi allarmi, altre volte situazioni di difficile interpretazione. Qualcuno ci tiene a mantenere elevata la tensione". Dopo l'intrusione del 5 febbraio scorso nella stanza del procuratore, sarebbe stata trovata divelta una porta dell'anticamera dell'ufficio che comunica con una terrazza. "Ma trattandosi di una porta secondaria – ha spiegato il prefetto – si è ipotizzato possa essere stata scardinata dal vento".

Nessun commento:

Posta un commento