mercoledì 22 gennaio 2014

TRAGEDIA SFIORATA A TRAPANI. TENTA DI UCCIDERE IL FRATELLO DANDOGLI FUOCO

Sfiorata la tragedia a Trapani dove un giovane ventisettenne ha tentato di uccidere il fratello dandogli fuoco. Emanuele Martines, già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio, è stato tratto in arresto dalla polizia con l'accusa di lesioni gravi, incendio e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il tentativo di omicidio si è consumato in un'abitazione di via Palermo, a Trapani, dove il giovane vive insieme alla famiglia. E' stato il padre di Martines ad intervenire prontamente ed evitare il peggio, salvando la vita al figlio che stava per essere arso vivo dalle fiamme. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i due fratelli hanno avuto una discussione che ha assunto toni molto aspri e violenti. Da lì alle vie di fatto il passo è stato molto breve. Emanuele Martines ha gettato benzina addosso al fratello e con un accendino gli ha appiccato il fuoco. La vittima, prontamente soccorsa dal padre, è stata urgentemente trasportata in ospedale e dopo le prime cure è stata trasferita d'urgenza al Centro Grandi Ustioni dell'ospedale "Civico" di Palermo. Non è in pericolo di vita, ma ha comunque riportato gravi ustioni al busto ed al volto. Anche il genitore, nel tentativo di soccorrerlo, ha riportato bruciature alle mani, fortunatamente molto più lievi. Martines ha anche tentato di incendiare la casa. Non contento, ha tentato di incendiare l'appartamento, cospargendo olio per le varie stanze. Poi, mentre l'intero appartamento al primo piano stava bruciando, essendo intanto giunti sul posto gli agenti della squadra volante di Trapani, chiamati dal padre dei due giovani presente alla scena, ed i vigili del fuoco, il ventisettenne ha tentato un'improbabile fuga, aggredendo uno dei poliziotti che nella colluttazione ha riportato lievi contusioni. A fermarlo ci ha pensato la Polizia, che lo ha bloccato ed arrestato, mentre i vigili del fuoco erano intenti a spegnere le fiamme e mettere in sicurezza l'abitazione. Dopo le formalità di rito, Emanuele Martines è stato rinchiuso nel carcere di Trapani, accusato di lesioni gravi, incendio e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Nessun commento:

Posta un commento