domenica 19 gennaio 2014

SENZA LAUREA, DIRIGENTE ASP CONDANNATO A RESTITUIRE OLTRE 53 MILA EURO DI STIPENDI PERCEPITI

Presentando un falso certificato di laurea aveva ottenuto l'incarico di dirigente dell'Asp di Trapani. Dopo la
condanna ad un anno e mezzo di reclusione, pena sospesa, Paolo Agate, 61 anni, originario di Marsala, è stato ora condannato anche dalla Corte dei conti della Sicilia a restituire con gli interessi gli stipendi percepiti tra il 2011 e il 2012, che ammontano ad oltre 53 mila euro. Paolo Agate, nel luglio 2012, era stato rimosso dall'incarico di responsabile del centro unico prenotazioni dell'Asp. L'ufficio procedimenti disciplinari aveva provveduto a segnalare il caso alla Procura. Sul suo curriculum vitae, visionabile online, compare un diploma di laurea in scienze statistiche ed economiche conseguito nel 1988 all'Università di Palermo, che in realtà non ha mai ottenuto. Agate era stato chiamato alla guida del Cup nel 2011. Dopo la stipula del contratto, l'azienda, più volte avrebbe richiesto ad Agate l'originale della laurea in scienze statistiche. Ma il documento non è mai saltato fuori, insospettendo i vertici dell'Azienda che hanno così avanzato formale richiesta presso l'ateneo palermitano. La risposta, da parte dell'Università degli studi di Palermo, non è tardata ad arrivare: "Paolo Agate non risulta avere conseguito la laurea presso questa università". A quel punto il direttore generale dell'Asp, Fabrizio De Nicola, ha provveduto alla rimozione del dirigente. Leggendo il curriculum vitae del marsalese non ci sarebbero dubbi sulla professionalità ed affidabilità di Paolo Agate, già consulente del Comune di Marsala e di diverse Procure, ma dopo l'inchiesta sono risultati falsi altri due titoli presentati dal marsalese. Paolo Agate è considerato molto vicino al magistrato Massimo Russo, che nel periodo dei fatti era assessore alla sanità. Il figlio di Agate, Valerio, infatti, era stato candidato al rinnovo del consiglio comunale nella lista "Marsala Avvenire" che fa riferimento proprio a Russo. Agate, essendo anche un esperto docente universitario di informatica generale e di office automation, come da curriculum, ne aveva curato il blog del movimento. Nel curriculum vitae, Agate aveva indicato due attestati di frequenza a corso di formazione per amministratori di sistemi informatici, titoli risultati poi falsi. Dal 1985 a luglio 2012 è stato super consulente di molte Procure e Tribunali, tra questi Trapani, Marsala, Sciacca, Agrigento, Caltanissetta, Palermo, Firenze, Livorno e Genova, come esperto in perizie foniche comparate. Agate è stato anche consulente informatico dell'ex Sindaco di Marsala, l'avv. Lorenzo Carini. Adesso è stato anche condannato a restituire con gli interessi gli stipendi percepiti durante il suo incarico all'Asp. Non è detto che dopo questa condanna altre istituzioni pubbliche non siano già pronte a richiedere un risarcimento all'Agate, che sembra abbia costruito gran parte della sua carriera su "false ed ambigue" dichiarazioni.

Nessun commento:

Posta un commento