giovedì 2 gennaio 2014

PARROCO SI TRASFORMA IN "AUSILIARIO DEL TRAFFICO" PER LA SICUREZZA DEI SUOI FEDELI

Singolare protesta di un parroco di Castelvetrano che stanco di aspettare la costruzione della rotonda di via Campobello, dove sono innumerevoli gli incidenti stradali, anche mortali, ha deciso dal giorno di Capodanno di diventare "ausiliario del traffico" ed aiutare l'uscita dei fedeli dalla parrocchia. Don Baldassare Meli, parroco della chiesa di Santa Lucia, a Castelvetrano, finita la messa, si è piazzato in mezzo alla strada e ha chiesto agli automobilisti in transito di rallentare l'andatura. La bizzarra protesta di Don Meli trova la sua ragione nel ritardato inizio dei lavori della tanto agognata rotonda nei pressi dell'area di servizio Esso, che si trova proprio di fronte la Chiesa di Santa Lucia, lungo l'arteria che conduce a Campobello di Mazara. E così il sacerdote, sorprendendo tutti i fedeli, dopo aver indossato l'abito talare ha preso un giubbotto da ausiliare del traffico e ha cominciato a far rallentare le auto in transito da via Campobello per agevolare l'uscita dei suoi parrocchiani dallo spiazzale della Chiesa di Santa Lucia. Don Meli, noto a Palermo per i suoi anni di attività nel quartiere storico di Ballarò, già durante la messa aveva annunciato i ritardi sulla costruzione della rotonda. Il quartiere Belvedere è una zona con tanti problemi e dove tante famiglie vivono in serie difficoltà economiche. E' il quartiere dove Don Meli e la sua comunità sono stati e rimangono punto di riferimento per tanti giovani disagiati e numerosi bambini maltrattati. "Da anni – ha dichiarato Don Meli mentre regolava il traffico – attendiamo la realizzazione di quest'opera. Il comune ha affisso il cartello di cantiere, ma di iniziare i lavori non se ne parla". Ma fino a quando la rotonda non sarà realizzata tra il Sindaco di Castelvetrano, Felice Errante, e Don Baldassare Meli, il parroco del quartiere Belvedere di via Campobello, sarà un continuo botta e risposta. Seppur generate dalla rotonda lo "scontro" tra Don Meli ed il sindaco Errante hanno preso una diversa connotazione. Non sarebbero andate giù a Don Meli le dichiarazione del sindaco Errante, sul modus operandi del parroco che ha dire del primo cittadino non dovrebbe occuparsi di vicende terrene, accusandolo di gratuite strumentalizzazioni sulla vicenda della rotonda. "Un sacerdote – spiega il parroco di Santa Lucia - oltre alle anime dei fedeli, deve preoccuparsi anche della loro sicurezza e qualità di vita, non solo nella preghiera, così come faceva Don Puglisi. Non mi ha strumentalizzato nessuno. Ho scelto io - puntualizza Don Meli - di mettermi in strada e regolare il traffico. Il sindaco, non deve dirmi cosa posso fare. Ciò è offensivo per me e miei fedeli. Questo passaggio ,mi ha ricordato tanto la vicenda di don Puglisi ,ma con questo non intendevo paragonare Errante a chi si atteggia da mafioso". Il primo cittadino, a seguito delle dichiarazioni molto pesanti di Don Meli, ha subito replicato: "non posso rimanere indifferente alle sue infauste ed offensive dichiarazioni che non accetto né da lui, uomo di Chiesa, né da altri - afferma Errante - difatti affermare che io lo avrei velatamente invitato a fare altro, piuttosto che impegnarsi in manifestazioni di protesta, e paragonare il mio dire - puntualizza il sindaco - a quello dei mafiosi ed indegni assassini che si macchiarono dell'efferato omicidio di don Pino Puglisi, mi offende e mi disgusta". Dall'amministrazione comunale, l'assessore al ramo, Paolo Calcara, ha fatto sapere che "i lavori per la realizzazione della intersezione rotatoria, riprenderanno martedì prossimo". I lavori sarebbero iniziati il 20 dicembre scorso, a seguito del contratto stipulato il 6 dicembre tra il Comune di Castelvetrano e la Farel Impianti di Favara, che si è aggiudicata l'appalto per la somma di 29.806,50 euro.

Nessun commento:

Posta un commento