lunedì 13 gennaio 2014

PALERMITANO A DUBLINO CONFESSA MACABRO OMICIDIO:"GLI HO MANGIATO IL CUORE", MA DALLA VITTIMA MANCA SOLO UN POLMONE

Il reo confesso è il palermitano Saverio Bellante, di 34 anni, arrestato a Dublino per aver ucciso il suo
coinquilino e padrone di casa Tom O'Gorman, 39 anni, giornalista e ricercatore per una organizzazione cattolica di Dublino. L'indagato, che lavora in un'azienda farmaceutica, l'Allergan, come assistente della clientela, avrebbe detto di aver ''mangiato il cuore'' della vittima, uccisa a coltellate durante una partita a scacchi. Dalla autopsia risulta che l'organo fosse intatto ma che invece dal corpo di O'Gorman mancasse un polmone. Secondo il quotidiano irlandese Irish Times, l'efferato omicidio, i cui particolari non sono stati rivelati dalla polizia della capitale irlandese perché definiti come "troppo macabri", consumatosi nella notte tra sabato e domenica a Castleknock, nella periferia della capitale irlandese, è scaturito, a quanto pare, in seguito ad un diverbio sorto durante una partita di scacchi. Sulla stampa irlandese emerge che Bellante si è consegnato alla polizia da lui chiamata sul luogo del delitto dopo aver pugnalato più volte la vittima con un coltello da cucina ed essersi avventato sul suo corpo. Il palermitano Saverio Bellante, nato a Palermo il 17 luglio 1979, vive da due anni e mezzo in Irlanda dove lavora per una ditta farmaceutica e da qualche mese aveva preso una camera in affitto nella casa della vittima. Il carnefice ha studiato all'Itc Francesco Ferrara a Palermo, poi, dopo aver frequentato l'ateneo palermitano, ha preso un master in "etica degli affari, del consumo e della responsabilità sociale" nell'università di Siena – Arezzo. Sul suo profilo Facebook le informazioni che lo riguardano, dipingono il ritratto di una persona normale che segue, anche se a distanza, con attenzione il processo sulla presunta trattativa Stato-mafia. Secondo le fonti irlandesi, al palermitano è stata notificata la comparizione in tribunale già per oggi.
di Salvo Cimino

Nessun commento:

Posta un commento