sabato 4 gennaio 2014

DUE GRAVI INCIDENTI IN MENO DI 24 H VICINO ETNAPOLIS. IL BILANCIO E' DI UN MORTO, E DUE FERITI IN PROGNOSI RISERVATA

E' di un morto ed un ferito grave il bilancio dell'incidente stradale che si è verificato ieri sera, intorno alle 21,
lungo la statale 121 che collega Catania a Paternò. Poco dopo il centro commerciale Etnapolis, in prossimità del distributore Esso, direzione Paternò, ha perso la vita Vincenzo Castelli, 38 anni, di Paternò. La vittima era alla guida del suo scooter quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del mezzo e ribaltandosi si è schiantato lungo il rettilineo. Con Castelli viaggiava A.D.F, 26 anni, rimasto gravemente ferito è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Santissimo Salvatore di Paternò ed ora si trova ricoverato all'ospedale Garibaldi di Catania in prognosi riservata. L'impatto con l'asfalto per Castelli è stato fatale. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i soccorritori del 118, ma per il guidatore non c'è stato nulla da fare, è deceduto sul colpo. Sulla dinamica indagano i carabinieri della compagnia di Paternò. Secondo le prime ricostruzioni, non è esclusa la possibilità che un'auto pirata abbia urtato e speronato il motorino. A meno di ventiquattrore dall'incidente mortale che ha visto il paternese Vincenzo Castelli perdere la vita sull'asfalto e l’amico restare in prognosi riservata, la Statale 121, Catania - Paternò, è stata nuovamente teatro di un altro sinistro. Un auto con a bordo una coppia, marito e moglie, è finita sul terrapieno che costeggia il centro commerciale Etnapolis. La donna di 26 anni, al settimo mese di gravidanza, è stata prima trasportata al nosocomio catanese del Nuovo Garibaldi per accertare quali fossero le condizioni del feto, poi, trasferita al Garibaldi Centro, dove la donna resta tuttora ricoverata in prognosi riservata. Il quadro clinico della 26 enne è costantemente monitorato dai medici. L'auto, una Toyota Yaris, era guidata dal marito 28 enne, anch'egli rimasto ferito, che, all'improvviso ne ha perso il controllo. La vettura è finita capovolta e per estrarre la gestante dalle lamiere è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco. Le operazioni di soccorso sono state lunghe e delicate per via delle condizioni della donna. Ad indagare sull'accaduto i carabinieri della Compagni di Paternò che hanno effettuato i rilievi del caso.

Nessun commento:

Posta un commento