sabato 14 dicembre 2013

INCHIESTA CORSI D'ORO. LA MOGLIE DELL'EX SINDACO DI MESSINA NON ANDAVA ARRESTATA

Non sussistevano i motivi per applicare tale misura. E’ quanto ha stabilito in sintesi la Cassazione riguardo
all’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Daniela D’Urso, moglie dell’ex sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca. La donna era agli arresti domiciliari dallo scorso 17 luglio per il presunto coinvolgimento nello scandalo della formazione professionale di Messina dal quale erano emersi 11 provvedimenti cautelari e che riguarderebbero gli enti Aram, Lumen e Ancol. Dopo il pronunciamento della cassazione, l’avvocato Nino Parisi chiederà l’immediata scarcerazione della sua assistita.
da blogsicilia.it

Nessun commento:

Posta un commento