mercoledì 4 dicembre 2013

IN MENO DI 24 ORE SI FA "BECCARE" DUE VOLTE DAI CARABINIERI

Due arresti in meno di 24 ore non sarebbe nulla di eccezionale se non fosse che a finire in manette è stata la
stessa persona, per ben due volte in un giorno. I fatti si sono svolti a Marsala. Il record spetta a Vito Di Girolamo, 47 anni, marsalese, fermato dai militari dell'Arma di Marsala. I carabinieri hanno fermato il marsalese durante un'operazione di controllo del territorio ed hanno notato che il conducente alla vista del posto di blocco ha tentato di nascondere qualcosa sotto il sedile del lato passeggero. Sottoposta la vettura ad una perquisizione è stata rinvenuta, sotto il sedile, circa 50 grammi di marijuana dentro un pacchetto in cellophane. I carabinieri di Marsala, deciso di perquisire anche la sua abitazione, trovano altra marijuana, per oltre 500 grammi, e tutti gli strumenti utilizzati per il confezionamento delle dosi. Al termine degli accertamenti di rito, Vito Di Girolamo è dichiarato in arresto con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e posto in detenzione domiciliare. Però, in meno di 24 ore, nel corso di un controllo, i carabinieri non lo trovano nel suo appartamento. Anche se, la sua convivente aveva cercato di coprirlo raccontando ai militari che il compagno era sotto la doccia. Non convinti, i militari si appostano sotto casa e lo fermano al momento del rientro. Vito Di Girolamo, beccato in flagrante, ha dichiarato ai carabinieri di essersi allontanato, violando il provvedimento restrittivo, per andare in una sala scommesse a fare una giocata. Per lui sono nuovamente scattate le manette, l'autorità giudiziaria ha nuovamente convalidato l'arresto, ponendolo ancora una volta agli arresti domiciliari. 

Nessun commento:

Posta un commento