giovedì 5 dicembre 2013

AGGREDITO SI ACCASCIA A TERRA E MUORE, TRE BORSEGGIATORI FUGGONO ALLA VISTA DELLA POLMETRO

Un sessantacinquenne, Francesco Tatoli, pensionato, è morto in seguito a un'aggressione a scopo di rapina, questo pomeriggio a Milano, all'esterno del metrò De Angeli, nel mezzanino che permette l'accesso agli abitanti del quartiere Frua. Alcuni uomini della Polmetro hanno sentito chiedere 'aiuto' e sono subito accorsi. Quando hanno raggiunto la vittima, il 65 enne era già accasciato a terra privo di sensi e due o tre ragazzi dell'est stavano fuggendo. Il portafogli era ancora in tasca, ma manca il cellulare della vittima. Poco prima della tragedia, le forze dell'ordine era state avvisate della presenza di alcuni borseggiatori alla vicina stazione di Pagano. La polizia è stata allertata poco prima delle 18 dagli agenti della Polmetro, intervenuti dopo avere udito le urla. Il luogo della tentata rapina "E’ un corridoio - spiegano gli addetti ai lavori della stazione metropolitana - sotto la responsabilità del quartiere Frua: è abbandonato e sprovvisto di telecamere, anche se dovrebbe essere controllato da vigilantes pagati dal quartiere". Gli operatori del 118, dopo numerosi sforzi sono riusciti a rianimare il 65 enne sul posto che, però, trasportato all'ospedale San Carlo è arrivato morto. Al momento non si conosce la causa della morte, da un primo esame sembrerebbe che sia stato vittima di un attacco cardiaco, all'esterno non sono state riscontrate lesioni evidenti. 

Nessun commento:

Posta un commento