venerdì 22 novembre 2013

ENNESIMA STRAGE SULLE STRADE. TRE MORTI A RAGUSA IN UNO SCONTRO FRONTALE, UNA DELLE VITTIME INCINTA DI 5 MESI

Gravissimo incidente a Ragusa, in contrada Castiglione. Tre persone sono morte nella tarda mattinata in uno
scontro frontale fra due automobili, una berlina Hyundai ed una Fiat Punto, mentre due sono rimaste ferite, una delle quali in modo molto grave è stata trasferita dall'elisoccorso in un ospedale di Catania, l'altra all'ospedale "Guzzardi" di Vittoria. 
I due feriti si trovavano a bordo della Fiat Punto, il cui conducente è morto. Si tratta di Giuseppe Campailla, 74 enne di Vittoria e delle altre due vittime, a bordo sulla Hyundai, Gina Runza, 36 anni originaria di Modica ma residente a Rosolini, incinta di 5 mesi, ed un cittadino extracomunitario senza documenti e non ancora identificato con il quale la donna, in regime di sorveglianza speciale, si stava recando a Ragusa per un'udienza. La vittima non identificata era a bordo della Hyundai guidata da Gina Runza, che era attualmente sottoposta agli arresti domiciliari per i reati di truffa e di spaccio di stupefacenti. Era stata autorizzata proprio oggi a lasciare la sua abitazione per recarsi in Tribunale a Ragusa. 
La Hyundai è risultata intestata ad un nordafricano e sprovvista di assicurazione. Rintracciato dalla Polizia Provinciale, l'intestatario dell'auto ha sostenuto di aver da tempo dato in uso la sua auto alla donna deceduta nell'incidente. I vigili del fuoco hanno estratto, dopo un lungo lavoro, i corpi senza vita dalle lamiere delle due auto. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 ed anche gli agenti della polizia provinciale per accertare le cause dell'incidente insieme al sostituto procuratore Gaetano Scollo. I feriti sono due coniugi di 58 e 56 anni, che erano sulla "Punto" guidata da Campailla e come lui erano di Vittoria. Il più grave è il marito, in coma nell'ospedale Cannizzaro di Catania, mentre le condizioni della moglie sono meno preoccupanti. L'anziano li aveva accompagnati all'ospedale Civile di Ragusa per una visita e i tre stavano rientrando a Vittoria. Le salme delle tre vittime sono state trasportate all'obitorio del cimitero di Ragusa. La settimana scorsa nel Palermitano, in un altro scontro frontale erano morte cinque persone, tra le quali un bimbo di due anni.

Nessun commento:

Posta un commento