sabato 30 novembre 2013

STRAGE NELL'ENNESE, LE TRE VITTIME IDENTIFICATE SONO RAGAZZE DEL CATANESE.

Sono tre le vittime dell'incidente stradale verificatosi alle ore 15.50 di domenica pomeriggio,
lungo la statale 117 bis "Centrale Sicula", all'altezza del chilometro 35+700, nell'Ennese, in località Grottacalda, nei pressi di Piazza Armerina.
Oltre le tre vittime decedute, il sinistro conta anche cinque feriti, ricoverati nelle strutture ospedaliere di Enna, Catania e di Piazza Armerina, di cui in gravi condizioni P.M., 37 anni, conducente della Opel, trasportato all'ospedale di Catania. Tre delle quattro vittime sono già state identificate.
Si tratta di Jenisha Soorkea, 24 anni, nata a Catania, da genitori mauriziani, studentessa alla Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Catania, è deceduta sul colpo. La salma è stata trasportata all'ospedale di Piazza Armerina. Maria Carmela Iuculano Mamao, 21 anni, originaria di Paternò, appena laureata in architettura, alla guida della Peugeot, è deceduta subito dopo l'impatto all'ospedale di Enna, dove c'è anche la salma della terza giovane, morta sul colpo. Si tratta di Federica Barbagallo, 18 anni li avrebbe compiuti a breve, di Valverde. Sul posto sono giunte numerose ambulanze e due elicotteri dell'elisoccorso. Inoltre, sul posto sono intervenute due pattuglie della Polizia stradale, personale dell'Anas, i carabinieri di Piazza Armerina per i rilievi ed i vigili del fuoco, che hanno estratto dalle lamiere le vittime rimaste coinvolte nello scontro.
L'impatto è avvenuto tra tre auto, un Opel Corsa, una Peugeot 208 ed una Lancia Musa, rimasta coinvolta nello scontro. Le tre giovani vittime, che viaggiavano tutte sulla Peugeot insieme a due ragazzi di 19 e 23 anni, pare lavorassero per un'agenzia interinale, che si occupa di contratti porta a porta di luce e telefonia. Mentre P.M., 37 anni, ricoverato all'ospedale di Catania, viaggiava sulla Opel con un trentaduenne, P.D., le cui condizioni non sembrano preoccupanti. Invece, 
ricoverato in prognosi riservata  all'ospedale di Enna, sotto stretto controllo dei medici, si trova M.B., residente a Piazza Armerina. Nello stesso nosocomio si trova anche il 19 enne E. B. di Gravina di Catania. E' stata dimessa dall'ospedale V. P. 23 enne di Paternò che ha riportato la frattura ad uno dei polsi. Si indaga per ricostruire la dinamica esatta dell'incidente che è ancora tutta da chiarire, anche se la causa più probabile sembra essere stata l'asfalto reso particolarmente scivoloso dalla pioggia battente che avrebbe fatto perdere il controllo dei mezzi ai guidatori. Sulla zona la pioggia cade da ieri. Stando alle prime ricostruzioni, la Peugeot sarebbe sbandata a causa dell'asfalto reso viscido dalla pioggia e ha invaso l'altra carreggiata, centrata in pieno da altre due vetture che sopraggiungevano dalla direzione opposta. Uno schianto terribile, pezzi di automobili disseminati ovunque, anche tra i boschi circostanti. Il luogo dell'incidente, tristemente noto come la "curva della morte", è nei pressi del parco naturale della Ronza, una zona dove in passato si sono verificati parecchi incidenti mortali.

(Foto incidente da gds)

Nessun commento:

Posta un commento