venerdì 15 novembre 2013

PROVERBIO DEL GIORNO ... (Lu 'nfami dici ...)

Lu 'nfami dici la virità e unn'è cridutu.
IN DIALETTO RIBERESE
L'infame dice la verità e non è creduto.

Chi ha una pessima fama per le sue azioni scellerate non è creduto nemmeno quando dice la verità. Dalle parti di Cefalù, nel palermitano, quando qualcuno dice la verità, ma non è creduto, perché nella sua vita ha detto troppe bugie, si suol dire "Giufà era carciratu e Giufà ci curpava". Giufà è un personaggio presente nelle culture del bacino del Mediterraneo e notoria è nella letteratura siciliana la sua figura, "Giufà, una ne pensa e cento ne fà!". La caratteristica principale di questo simpatico personaggio è sempre quella di combinare guai a non finire. Quindi, essere considerati peggio di Giufà, equivale ad essere definiti stupidi, inetti ed irresponsabili. Torno indietro con la memoria a più di trent'anni fa per raccontarvi cosa mi raccontava mia nonna per spiegarmi proprio questo detto. Se la memoria non mi inganna, allora avevo meno di dieci anni, la storia è presso a poco così ... C'era una volta Giufà che combinandone di tutti i colori gira e rigira si trovava in carcere. Un giorno al Principe rubarono gioielli e denari e quando chiese chi fosse stato il popolo gridò senza esitare: "Giufà!!!". Ma Giufà era in galera. Il Principe lo mandò a prelevare per chiedere conto e soddisfazione di quanto accaduto. Giufà spiegò che non aveva colpa in quanto era da più di un mese chiuso in gattabuia. Ma ahimè non venne creduto e alla sua condanna si aggiunse anche questo reato. Io non mi davo pace perché pensavo che fosse scontato che uno che è in galera da tanto tempo dovrebbe essere discolpato per quel reato. E mia nonna mi rispondeva che siccome ne aveva combinate talmente tante che ormai la sua fama l'aveva preceduto e per questo anche se in quel caso aveva detto la verità non era stato creduto. Anche ai giorni nostri la storia si ripete e la cronaca è piena di questo tipo di fatti, sia nel piccolo che nei grandi casi. Per discolpare Giufà bastava verificare che in quel periodo era in galera, sarebbe stato semplice, ma, secondo me, a tutti faceva comodo non cercare altrove. 

Nessun commento:

Posta un commento