domenica 24 novembre 2013

METEO SICILIA. NOVEMBRE CHIUDE CON MAREGGIATE, VENTO E GELO

Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una nuova allerta meteo. Secondo gli esperti, a partire dalla mattinata di domani, si prevedono venti forti e di burrasca su Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Lazio, Sardegna, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le strutture locali di protezione civile. Arriva una nuova perturbazione sull'Italia centro meridionale. Dopo i danni di Cleopatra, il maltempo tornerà a portare con se un brusco calo ulteriore delle temperature che causerà una fine di novembre gelida rispetto alle medie abituali. In Sicilia previste mareggiate nel messinese, piogge intense fra Catania, Ragusa e Siracusa, forte vento nel palermitano e nel trapanese. Su tutta l’isola le temperature scenderanno di altri 5 gradi. Fra Caltanissetta ed Enna possibile la presenza della neve anche sotto i mille metri. Basta piogge, tornerà a splendere il sole, ma accompagnato da un freddo polare e dalla neve. È quello che ci aspetta la prossima settimana, a cominciare da domani lunedì, secondo le previsioni degli esperti. «Ancora maltempo al Centrosud, poi arriva la prima seria ondata di freddo della stagione - conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara - .Il ciclone sul Tirreno si porterà verso il Sud rinnovando rovesci e temporali sulle regioni meridionali e sulle adriatiche, con neve mediamente fin verso i 1200-1600m. Residue piogge anche al Nord e centrali tirreniche, ma con graduale miglioramento delle condizioni meteo». Insomma, ecco il vero inverno, che finora è stato latitante: «arrivano venti gelidi dai Balcani che entro martedì faranno battere i denti a tutta l'Italia», avverte l'esperto. Sarà la prossima quindi una settimana di freddo e neve, cui seguirà, almeno secondo «Meteo.it»,« una breve pausa, poi sono previsti due rapidi passaggi perturbati, uno nel prossimo weekend, l'altro a metà della prima settimana di dicembre. Successivamente sembra molto probabile che trascorreremo il periodo dell'Immacolata in compagnia dell'anticiclone che consentirà fra le altre cose un piacevole inizio della stagione sciistica in montagna»

Nessun commento:

Posta un commento