venerdì 1 novembre 2013

INSCENANO NEL TRAPANESE INCIDENTE PER TRUFFARE ANZIANO. DENUNCIATI DUE FRATELLI CATANESI

I carabinieri della stazione di Locogrande hanno denunciato per truffa, due fratelli, residenti nella provincia di
Catania, di 32 e 28 anni, che hanno inscenato un finto incidente con un uomo di 70 anni. I due, già noti alle forze dell'ordine, nella frazione Rilievo di Trapani, dopo aver simulato un urto tra la loro autovettura, una Mercedes “Classe C”, e quella del malcapitato, hanno chiesto a quest’ultimo una somma di denaro per “riparare” il fantomatico danno. La truffa non è, però, andata a buon fine, perché nel corso della contrattazione i due malfattori hanno visto una ”gazzella” dei carabinieri e si sono dati a precipitosa fuga. Solo in quel momento l'anziano si è reso conto che c’era qualcosa di strano e ha raccontato quanto accaduto ai carabinieri, che si sono messi subito a caccia dei due, bloccandoli dopo un inseguimento per le vie di Trapani. Nel corso della perquisizione, nella loro auto, i militari hanno trovato un gessetto nero con cui simulavano rigature sulla carrozzeria della propria auto, chiedendo poi il risarcimento in denaro agli ingenui malcapitati. Come per la "truffa dello specchietto", anche in questo caso, i carabinieri della Compagnia di Trapani invitano i cittadini a denunciare episodi avvenuti in maniera analoga e, comunque, a chiamare il 112 nel caso in cui avessero il dubbio di essere vittime di tentativi di raggiri simili.
di Salvo Cimino

Nessun commento:

Posta un commento