giovedì 14 novembre 2013

INDAGATO PAPANIA. 7 AVVISI DI GARANZIA AD ALCAMO PER VOTI DI SCAMBIO.

Il senatore del Pd, Nino Papania, è indagato insieme ad altre sei persone nell'ambito dell'inchiesta per voto di
scambio in occasione delle ultime elezioni amministrative svoltesi ad Alcamo. L'avviso di garanzia, oltre all'ex parlamentare, è stato notificato anche al suo segretario Massimiliano Ciccia. Si tratta di uno dei tre filoni d'indagine scaturiti dall'inchiesta per estorsione da parte di sette soggetti che vede Papania parte lesa per via di alcune intimidazioni subite. Le intercettazioni hanno portato a scoprire l'esistenza di un presunto mercato del voto nell'Alcamese. Inoltre, da alcune delle intercettazioni emergerebbe che i presunti estorsori dell'ex parlamentare sarebbero stati impiegati nella campagna elettorale, invitati a votare e far votare per l'attuale sindaco di Alcamo, Sebastiano Bonventre, in cambio di garanzie per essere assunti alla "Aimeri Ambiente", società di smaltimento rifiuti. I quattro, intercettati proprio durante la campagna elettorale, si adoperano per raccogliere voti in favore di Bonventre. "Papania – scrive il sostituto procuratore Rosanna Penna – era tutt'altro che estraneo alla competizione avendone preso parte attiva nel sostenere l'elezione del candidato sindaco Sebastiano Bonventre e, soprattutto, avvalendosi durante la campagna elettorale di soggetti i cui metodi nella raccolta delle adesioni di voto presso la base elettorale, stando sempre al tenore delle conversazioni registrate, si sono rivelati essere improntati proprio alla alterazione delle regole del gioco, atteso che gli stessi in ambientale - si legge - parlavano di somme di denaro consegnate o da consegnare ad elettori non meglio individuati e a numerose promesse di assunzione, asseritamente fatte dal senatore Papania e dai candidati alla carica di consigliere comunale della lista Bonventre". In questa inchiesta, parte lesa è stato individuato, dalla procura di Trapani, Niclo Solina, candidato battuto da Bonventre al ballottaggio per sole 29 preferenze. "Sono assolutamente estraneo ai fatti che mi vengono contestati - dichiara Nino Papania in merito all'avviso - Ho piena fiducia nella magistratura. Quella campagna elettorale - precisa l'ex parlamentare - è stata avvelenata per i modi ed i toni in cui s'è svolta".

Nessun commento:

Posta un commento