mercoledì 20 novembre 2013

DETTO DA IPPOCRATE ... NATURALISTI E FONDAMENTALISTI

Rubrica medica del dr. Nicolò Miceli

"LU FUNNAMENTU", termine dialettale usato dai non più giovani, identifica anatomicamente l'ano e la
zona immediatamente circostante cioè il perineo. Tale definizione anatomica sta ad indicare "il pavimento" che va a chiudere alla base del piccolo bacino la cavità addominale. La base, lu funnamentu appunto, che si contrappone al vertice, punto anatomicamente collocato nella parte più alta del capo.
L'espressione mi "fa mali lu funnamentu" oppure "mi doli lu funnamentu" o anche "mi sta svampannu lu funnamentu" che viene riferita dal paziente al medico è sintomatica per un serie di patologie tipiche di questa regione anatomica: emorroidi, ragadi, ascessi perianali, fistole perianali, proctiti, grossi fecalomi nell'ampolla rettale, tumori del retto. Tali patologie, alcune abbastanza frequenti, sono state da sempre di competenza del chirurgico generale. Negli ultimi anni però, proprio per la peculiarità delle patologie su accennate, hanno trovato sempre più sviluppo gli ambulatori di proctologia, in cui operano chirurghi "dedicati", che più si confanno con la richiesta dei pazienti.

"LA NATURA", altro termine dialettale, invece sta ad indicare l'apparato genitale esterno femminile. In questa definizione si fondono in maniera assai delicata concetti di anatomia, di funzione e di religiosità. Il mistero della natura, ovvero della genesi, viene in quest'espressione combinato in maniera dolce ma con appropriata assonanza con le funzioni cui è deputato l'apparato genitale femminile: la riproduzione. Il macrocosmo nel microcosmo nel mistero dell'origine della vita.
"Aiu la natura 'nfiammata" oppure "mi fa mali la natura" è una frequente lagnanza che alcune donne rappresentano al medico. In effetti le affezioni flogistico o flogistico-infettive dell'apparato genitale femminile sono abbastanza frequenti, e come è noto tali affezioni sono di competenza del ginecologo.

   Sottoporsi a vista ginecologica o proctologica per fortuna, come auspicato da tempo, sta divenendo una costante. Il pudore sempre più spesso viene arginato da una più forte esigenza: avere una migliore qualità di vita. Noi siciliani ancora una volta però dobbiamo lamentare di essere stati espropriati di due termini che peraltro attualmente vengono usati in maniera distorta. Infatti, in base a quanto detto sopra,  il "Fondamento e la Natura" altro non sono che due regioni anatomiche di interesse specialistico della medicina e che di conseguenza "i Fondamentalisti ed i Naturalisti" altro non sarebbero che gli specialisti del settore. Infatti nel caso che ci accordassero il bilinguismo dovremmo rivolgerci,  a secondo dei casi, al dr. Tizio - Chirurgo o al dr. Caio - Ginecologo? O dovremmo dire piuttosto al dr. Tizio -"Fondamentalista" o al dr. Caio -"Naturalista"?

Nessun commento:

Posta un commento