giovedì 28 novembre 2013

"PHANTOM CRASH" PARTINICO. 23 ARRESTI SU 45 INDAGATI PER TRUFFA ASSICURAZIONI, DA PALERMO A GIBELLINA.

I volti e i nomi degli arrestati nell'operazione. 117 le persone finite nell'inchiesta, per 28 di loro scatta anche l'aggravante dell'associazione a delinquere. Tra gli indagati anche una 49 enne di Gibellina ed un castelvetranese, P.C. residente a Gibellina.

Un'organizzazione che truffava le compagnie assicurative con falsi incidenti stradali è stata scoperta dalla
polizia a Palermo, dove sono state eseguite la scorsa notte 23 misure cautelari nell'operazione denominata "Phantom crash". L'indagine, coordinata dal sostituto procuratore Geri Ferrara, ha coinvolto anche diversi professionisti tra avvocati, periti assicurativi ed impiegati postali. Epicentro della truffa, un vasto appezzamento di terra nella zona di Partinico, nella disponibilità della "mente" della banda e utilizzato come pista di collisione ove provocare ad arte gli incidenti che poi sarebbero stati denunciati alle assicurazioni per incassare i risarcimenti. Associazione a delinquere finalizzata alle truffe è l'accusa contestata agli indagati. Per l'ideatore della truffa, 
Vincenzo Nobile, nato a Partinico l'11.05.1959,
è stata disposta la custodia cautelare in carcere.















Si trovano invece agli arresti domiciliari 10 indagati, tutti di Partinico, tra avvocati e periti assicurativi:

Provvidenza Saputo, del ’68,
















Carmela Mattina, nata a Partinico il 04.07.1968
















Giuseppe Marino nato a Partinico il 06.04.1966
















Francesco Marrocco, nato a Palermo il 28.04.1977
















Ennio Cipolla, nato a Partinico il 07.10.1969, avvocato
















Rosalba Marchionne, nata a Partinico il 05.10.1978, avvocato















Umberto Li Vecchi, nato a Palermo il 01.12.1959, perito liquidatore
















Fabio Orlando, nato a Palermo il 30.08.1970, perito liquidatore















Stefano Antonio Fedele, nato a Palermo il 22.12.1947, perito liquidatore















Antonio La Mantia, nato a Palermo il 09.09.1961, perito liquidatore
















Per altre 10 persone è stato emesso un provvedimento di divieto di dimora nella provincia di Palermo e si tratta di Leopoldo Buda De Cesare nato a Palermo di anni 55, Roberto Fiorentino nato a Palermo il 09.06.1991, Laura Pizzo nata a Carini il 01.01.1982 residente a Partinico, Rosalia Ingrao nata a Gibellina (TP) il 24.02.1964, Anna Maria Vitale nata a Partinico il 19.01.1964, Agatino Bommarito nato a Partinico il 27.12.1958, Giuseppe Sgroi nato a Partinico il 22.02.1963, Salvatore Cassarà nato a Partinico il 14.02.1956, Antonino (alias Anthony) Fedele nato Queens N.Y. (Usa) il 22.08.1974 residente a Borgetto, Fabrizio Dell’Aria nato a Palermo il 19.08.1989 residente a Partinico.
A questi come indagati si aggiungono: Ciro Pellegrino nato a Castelvetrano (Tp) il 05.11.1962 e residente a Gibellina, Giovanbattista Saputo nato a Borgetto il 05.10.1973, Lucilla Bortolin nata a Pordenone il 30.10.1968 residente a Partinico, Sabrina Scaparra nata a Burgwedel (Germania) il 24.08.1990 residente a Partinico, Giovanna Nobile nata a Partinico il 12.12.1946, Rosa Caronna nata a Partinico il 12.11.1944, Alessandro Butera nato a Partinico il 14.02.1976, Natale Butera nato a Partinico il 15.01.1972, Michele Di Maria nato a Partinico il 03.05.1982 irreperibile all’anagrafe di Cascina (Pi), Graziella Nobile nata a Partinico 11.03.1992, Filippo Rappa nato a Ludwingshafen Am Rhein (Germania) il 17.01.1976 residente a Giardinello, Rosalia Rappa nata a Palermo il 30.12.1972 residente a Giardinello, Paola Vaccaro nata a Partinico il 23.02.1959, Filippo Tafarella nato a Partinico il 10.05.1968, Autovino Francesco nato a Partinico il 16.03.1968, Jolanda Grzadzil nata a Dynow (Pl) il 16.03.1981, Francesco Vitale nato a Partinico il 21.01.1966, Filippo Fabio Vitale nato a Partinico il 23.011.1979, Vitale Salvatore nato a Partinico il 25.08.1953, Maria Tofalenau nata a Tecuci (Romania) il 17.07.1983, Leonardo Tagliavia nato a Partinico il 24.11.1980, Antonino Galati nato a Partinico il 02.10.1962, Durantini Angela nata a Partinico il 19.05.1966, Carola Maria Di Benedetto nata a Palermo il 17.12.1981 residente a Giardinello.
L'inchiesta è partita quando sono stati incrociati i dati di alcuni incidenti ed è stato scoperto che le persone coinvolte erano sempre le stesse: una coincidenza che ha insospettito gli investigatori. Alla fine dopo due anni di indagine sono stati individuati 300 scontri e tamponamenti costruiti ad arte da periti, avvocati, assicuratori, geometri, impiegati di banca per truffare una trentina di compagnia assicurative. Sono state 117 le persone finite nell'inchiesta, per 28 di loro scatta anche l'aggravante dell'associazione a delinquere. Le indagini, condotte con pedinamenti e intercettazioni telefoniche e ambientali, sono durate per due anni e hanno ricostruito 300 falsi incidenti stradali, combinati nella "pista" di Partinico con la connivenza di legali e periti infortunistici. In altri casi, le vetture venivano danneggiate a martellate. Nelle denunce presentate alle compagnie di assicurazione si sosteneva che i sinistri erano avvenuti in vari centri della provincia di Palermo, come Corleone, Borgetto, Trappeto e Balestrate.

Nessun commento:

Posta un commento