domenica 20 ottobre 2013

SIRIA. "CECCHINI MIRANO CONTRO PANCIONE DONNE INCINTE IN CAMBIO DI PACCHETTI DI SIGARETTE"

In Siria i cecchini di Bashar Assad si esercitano sparando su specifici punti del corpo delle vittime civili. Punti
che vengono stabiliti dai loro comandanti di giorno in giorno per verificarne le capacità e che almeno un giorno alla settimana avevano come obiettivo le pance delle donne incinte. E' quanto ha denunciato al Times il chirurgo britannico, David Nott, tornato dalla Siria, dove ha trascorso 5 settimane come volontario in un ospedale da campo. Nott ha raccontato che, "in un solo giorno oltre sei donne incinte sono state colpite da cecchini ed il giorno dopo altre due". Tutte le madri si sono salvate ma i feti nelle loro pance non sono sopravvissuti. "Le donne sono state tutte colpite all'utero, dove (ai cecchini) era stato ordinato di mirare...e questo è stato un atto deliberato. Era ben oltre l'inferno", ha denunciato Nott, che ha raccontato di non aver mai visto nulla di simile, neanche dopo tanti anni da volontario in Bosnia, Libia e Sudan. Nott ha aggiunto che dopo qualche giorno nel Paese, con i suoi colleghi, ha iniziato a notare "uno schema sconvolgente", su base quotidiana, tra le donne e i bambini colpiti, mentre, sfidando il fuoco incrociato, correvano tra le diverse zone del Paese per procurarsi il cibo. "Un giorno notavi che venivano colpite all'inguine. Il giorno dopo solo al seno sinistro, e dopo ancora solo colpi al collo. Si trattava di un gioco in cui i cecchini venivano premiati con pacchetti di sigarette".
da AGI

Nessun commento:

Posta un commento