sabato 5 ottobre 2013

SENEGALESE USTIONATO IN PROGNOSI RISERVATA, INDAGANO I CARABINIERI DI CAMPOBELLO DI MAZARA.

Una bombola del gas mal funzionante ha sprigionata una fiammata che ha investito un giovane senegalese,
provocandogli gravi ustioni in buona parte del corpo. Il giovane, ventiseienne, questa mattina intorno alle 5,30, era intento a preparare una calda colazione, dopo una notte passata in una tenda di fortuna, quando da un fornello a gas si è sprigionata una violenta fiammata che lo ha investito in pieno. Immediatamente soccorso da altri migranti, il giovane è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Castelvetrano, dove i medici dopo avergli prestato le prime cure ne hanno disposto il trasferimento al Centro grandi ustioni di Palermo. Adesso è ricoverato in prognosi riservata. L'incidente s'è verificato in un casolare rurale, in contrada Corsale, lungo la strada provinciale tra Triscina e Campobello di Mazara. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco intervenuti per spegnere le fiamme, si sono recati i carabinieri della locale compagnia per indagare su quanto accaduto ed impegnati ad identificare l’immigrato. Secondo quanto accertato dai militari dell’Arma, il senegalese pare non vivesse da solo nel casolare abbandonato, e che lo stesso fosse occupato da alcuni lavoratori stagionali, arrivati nel territorio belicino per la raccolta delle olive.
di Irene Cimino per

Nessun commento:

Posta un commento