domenica 20 ottobre 2013

PROVERBIO DEL GIORNO ... (si chiui una porta e ...)

si chiui una porta e si apri un purticatu 
IN DIALETTO GIURGINTANO
si chiude una porta e si apre un porticato
Questo proverbio ci riporta al tema della speranza. "Una parola - come ha sapientemente citato lo scrittore latino-americano Paulo Coelho - che, spesso, si trova con noi al mattino, viene ferita nel corso della giornata e muore all'imbrunire, ma risuscita con l'aurora". Il proverbio viene citato tutte quelle volte che ci accade qualcosa di brutto, allora veniamo incoraggiati a sperare che il destino ci abbia riservato qualcosa di più grande e più accettabile. E come dire "Ogni mali nun veni pi nociri". Le esperienze negative ci aiutano a crescere e ad essere più forti. A volte ci capita qualcosa per la quale noi imprechiamo la sfortuna che ci sta perseguitando, ma poi ci rendiamo conto che ciò che ci è capitato alla fine è stato un bene, perché ci preservato da un fatto ancora più brutto. Facciamo un esempio banale. Può accadere che abbiamo un appuntamento di lavoro al quale vogliamo arrivare in orario, pensando che da questo dipenda la nostra vita futura, però per strada buchiamo e iniziamo a lamentarci della sfortuna, che siamo in ritardo e che la nostra vita è finita, in senso figurativo. Finalmente riusciamo a cambiare la ruota e ripartiamo, ma lungo il nostro percorso notiamo che pochi minuti prima si è consumata una tragedia, un incidente mortale. Ma se non fossimo stati impediti dal quel chiodo che ci ha bucato la ruota, cosa sarebbe accaduto? Forse la nostra vita sarebbe finita, ma questa volta nel senso reale. Allora adesso sappiamo perché "ogni male non viene per nuocere". Arrivati poi a destinazione scopriamo che se fossimo arrivati in orario quel datore era di malumore per un affare andato male e non ci avrebbe assunto, ma lui stesso ci riferisce che una telefonata appena arrivata ha cambiato tutto e così l'assunzione è assicurata e non solo, il buon umore lo ha portato a scrutare meglio il nostro curriculum, dandoci così un ruolo più consono alle nostre aspettative. Ecco quando si dice: "si chiude una porta e si apre un portone". Se tutto va bene, noi siamo felici e tutto ci sembra più sopportabile. Quando la porta della felicità si chiude, ricordate sempre che un'altra si sta aprendo, ma tante volte guardiamo così a lungo a quella chiusa, che non vediamo quella che è stata aperta per noi. 
Sappiate poi, che le persone che vi sembrano più felici, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa, soltanto, sanno trarre il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino.

Nessun commento:

Posta un commento