martedì 8 ottobre 2013

PROVERBIO DEL GIORNO ... (Resisti a la sfurtuna e a li torti e campa ...)

Resisti a la sfurtuna e a li torti e

campa comu po', cu 'ngegnu e arti.
IN DIALETTO RIBERESE
Resisti alla sfortuna e ai torti e 
vivi come puoi, con ingegno ed arte (mestiere)

Occorre resistere alle difficoltà della vita, mettendo in atto tutte le proprie capacità e il proprio intelletto. Chi ha inventato questo proverbio ovviamente c'è passato prima di noi. Ricordate il film con Vittorio De Sica e Sofia Loren, "Pane, amore e fantasia"? Bene, oggi per campare ci vuole molta "fantasia" e il proverbio come al solito non sbaglia. Per adattarsi a certi momenti, che sembrano eterni (dicono che prima o poi la ruota gira, ma io la vedo sempre ferma), bisogna aguzzare l'ingegno. E la nostra arma vincente, ricordatelo sempre, siamo noi stessi. Mai arrendersi! Ad esempio, tanto per parlare, tanti anni fa, ancora con poca esperienza, ma già "morti di fame", appena mi giungeva qualche bolletta o qualche cartella di 500 mila lire subentrava la disperazione: "come faccio! E dove li prendo i soldi?" Ma poi, stringi, stringi, riuscivo a togliermi il debito. Un giorno suona il postino e mi notifica una cartella esattoriale di 180 milioni di lire, sì non ho sbagliato a scrivere. Allora, che dovevo fare? Impossibile pagare, con tutta la buona volontà. E subito, scattando in una risata isterica, piuttosto che in un pianto disperato, dissi: "per pagare, l'unica soluzione è mettermi in galera e buttare la chiave". Ma avendo tre figli allora piccoli, capii che anche questa non era una soluzione. Cosa fare? Aguzzai l'ingegno e pensai che acquistare un Codice Civile e un Codice di procedura penale mi sarebbero costati molto meno e che magari avrei trovato come difendermi dagli aguzzini. E così fu. Studiai le carte e feci un semplice ricorso, risparmiando pure i soldi dell'avvocato, che solo per scriverti una semplice lettera chiede uno stipendio sano. D'allora prima di pagare controllo anche le virgole. Magari non guadagno ma almeno risparmio. Questo episodio a me ha cambiato la filosofia di vita. E' inutile disperarsi, tanto non si muove niente, meglio rimboccarsi le maniche e vedere il da farsi. L'arte dell'arrangiarsi molte volte, se non a vivere, almeno aiuta a sopravvivere.

Nessun commento:

Posta un commento