giovedì 31 ottobre 2013

4 VITE SPEZZATE SULL'ASFALTO. GLI INCIDENTI A VALVERDE, CATANIA E MISTERBIANCO

Quattro giovani hanno finito la loro corsa sull’asfalto. In meno di 48 ore, tre incidenti stradali mortali a Catania e in provincia, a Valverde e Misterbianco.




A Valverde, il bilancio più grave, due giovani vittime della strada. Erano amici per la pelle, inseparabili, e la
morte li ha raggiunti insieme, mentre a bordo di uno scooter stavano per imboccare il corso principale del paese etneo, corso Vittorio Emanuele, dopo avere percorso via della Regione Siciliana. Una tragedia che si è consuma in un attimo intorno alle 23 di martedì, quando i due hanno concluso la loro corsa contro la fiancata di un'auto guidata da un loro coetaneo, adesso sotto choc. Secondo i rilievi effettuati dalla polizia municipale i due ragazzi, Francesco Castorina e Alfo Danilo Giuffrida, rispettivamente di 19 e 20 anni, non sono riusciti ad evitare l’impatto con un’auto che da una traversa si stava immettendo sul corso. Uno dei due, entrambi molto conosciuti in paese, è morto sul colpo, mentre l’altro è spirato in ospedale dove era stato trasportato nel tentativo di salvargli la vita. Domani saranno celebrati i funerali al santuario di Valverde. 

Sulla Tangenziale di Catania, in prossimità dello svincolo di San Giovanni Galermo in direzione San Gregorio, ieri sera, Salvatore Camugli, 31 anni,  originario di Viagrande, è stato investito da un suv. Dalle prime ricostruzioni, il giovane, sposato e padre di due gemellini, sarebbe rimasto in panne, a secco di carburante, e stava spingendo la propria auto con il fratello sulla corsia d’emergenza quando è sopraggiunto il fuoristrada che lo ha centrato in pieno. E’ morto sul colpo per le tremende ferite riportate nell'impatto. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale.

L’ultimo schianto mortale, in ordine di tempo, questa mattina a Misterbianco nella zona del centro commerciale ‘Centro Sicilia’, .Un giovane di 28 anni, Alessandro Spampinato, si è schiantato a bordo di una Yamaha 650 contro una Ford Fiesta. Per il giovane che indossava il casco di protezione non c’è stato nulla da fare. Quando i sanitari del 118 sono intervenuti era già morto. In stato di shock il conducente dell’utilitaria, un uomo di 32 anni. Sul posto, per i rilevi, i vigili urbani del Comando di Misterbianco.

Nessun commento:

Posta un commento