giovedì 24 ottobre 2013

IL SANGUE SCORRE SULLE STRADE DI MARSALA. DUE INCIDENTI MORTALI, TRE VITTIME DELLA STRADA

Due incidenti nella stessa serata a Marsala, due incidenti stradali mortali avvenuti a due chilometri, in linea d'aria, di distanza. Uno in contrada Scacciaiazzo e l'altro in contrada Santo Padre delle Perriere. Il bilancio è di tre morti ed un ferito grave in ospedale. Il giovane 25 enne, A. N. P., di origini romene, si trovava a bordo di uno scooter quando in contrada Santo Padre delle Perriere si è scontrato con un autocarro guidato da un marsalese di 70 anni. Il giovane è morto a causa delle gravi ferite riportate all'ospedale Paolo Borsellino. I medici non hanno potuto fare di più. L'incidente più grave è quello accaduto intorno alle 21,30 in contrada Scacciaiazzo, dove due donne morte sul colpo, Vita Giovanna Campo, 59 anni, e Filomena Quinci, 72 anni, e di un uomo, Matteo Marrone, 72 anni, ricoverato in gravissime condizioni in ospedale. E' accaduto in via Favara a pochi passi dall'ospedale "Paolo Borsellino". Provenienti da Petrosino, i tre viaggiavano su una Ford Fiesta grigia, ed erano diretti verso l'ospedale di Marsala, quando, ancora è tutto al vaglio degli inquirenti, all'altezza di una curva è finita fuori strada dopo avere urtato un tir, pare, parcheggiato lungo il margine della carreggiata. A guidare l'auto Marrone, marito di Filomena Quinci, insieme stavano accompagnando la nipote al Pronto soccorso di Marsala per un controllo medico. Non si conosce ancora l'esatta dinamica dell'incidente, ma la Ford, dalle prime informazioni raccolte, dopo una serie di giri su se stessa, è andata a finire fuori dalla carreggiata, in un terreno abbandonato. 
Una serie di capriole terminate ad una quarantina di metri dall’impatto col Tir, fermo ai bordi della strada. Forse la causa è stata un "sorpasso azzardato", ma tutto è al vaglio degli inquirenti. Dopo una carambola terribile, la Ford era accartocciata in un groviglio di lamiere. Al suo interno incastrate le due donne e l'uomo. A giungere immediatamente sul luogo la polizia, i carabinieri, i vigili del fuoco, per estrarre i corpi dalle lamiere, e l'ambulanza del 118, che ha prontamente trasportato l'uomo al pronto soccorso dell’ospedale Paolo Borsellino, dove versa in gravi condizioni. Per la zia e la nipote non c’è stato nulla da fare. Sono entrambe morte sul colpo. Le operazioni di rilevamento sono durate tutta la notte e la dinamica è al vaglio dei magistrati intervenuti sul posto. Ancora morti. Ancora sangue sulle strade di Marsala. E' una strage senza fine quella che ormai quasi sistematicamente si sta consumando sulle strade di Marsala. L'incidente fatale è accaduto proprio di fronte i vivai Tumbarello, dove poco prima di arrivarvi c'è una curva "molto pericolosa" e al buio lo è ancora di più. Una strada che ha visto tantissimi incidenti, anche mortali. Una strada pericolosissima, piena di curve e soprattutto buia.

Nessun commento:

Posta un commento