venerdì 25 ottobre 2013

GIGI D'ALESSIO: "IO AIUTATO DAI SERVIZI SEGRETI? CORNUTO E MAZZIATO"

Incredibile!

Per trovare i Rolex e gioielli rubati a Gigi D’Alessio, racconta l’Espresso, per un valore di 200 mila euro, lo scorso 4 giugno nella sua villa dell'Olgiata, si sono mossi addirittura i servizi segreti. “Qualche giorno dopo il colpo - afferma un agente all'Espresso - siamo stati contattati al Centro Roma Uno, che rappresenta il reparto d’eccellenza che si occupa di antiterrorismo. Ci hanno dato l’ordine di attivarci subito, per capire che fine avevano fatto gli orologi. Ordine arrivato da Esposito, pezzo grosso dei servizi, probabilmente innamorato del sound neo melodico, deve aver deciso che il ritrovamento dei Rolex fosse una priorità nazionale”. La ricerca, pare, abbia impegnato una mezza dozzina di uomini dell’antiterrorismo che, per oltre dieci giorni hanno interrotto le indagini sul terrorismo per battere campi rom, pedinare sospetti e trovare indizi, riuscendo, di lì a poco, a recuperare quasi tutti gli oggetti. Sulla sua pagina Facebook, il cantante Gigi D'Alessio ammette di aver letto "con grande disappunto l'articolo pubblicato stamane dall'Espresso, in cui si fa riferimento al furto che ho subito nella scorsa estate nella mia abitazione, a seguito del quale avrei coinvolto i servizi segreti per le dovute indagini. Vorrei precisare - spiega D'Alessio - che dopo il furto ho presentato regolare denuncia alla stazione dei carabinieri della zona competente, come qualsiasi cittadino, e che il mio compito si è limitato a questo Successivamente sono stato convocato dai carabinieri per riconoscere uno solo degli oggetti a me sottratti, che a seguito delle loro indagini avrebbero recuperato. Non mi è dato sapere quali mezzi utilizzino le forze dell'ordine nel corso delle loro attività - aggiunge il cantante - non ho mai fatto richieste integrative oltre la mia denuncia di furto. Credo che se oltre al danno io debba subire anche la beffa, mi pare davvero troppo. Ho voluto scrivere queste cose di mio pugno - spiega Gigi D'Alessio - per chiarire definitivamente la realtà dei fatti e non quella raccontata dalla stampa. E come si dice dalle mie parti: cornuto e mazziato". 

Nessun commento:

Posta un commento