sabato 5 ottobre 2013

GIALLO SULLA MORTE DELLA GIORNALISTA FATTA A PEZZI IN FRANCIA

Il mistero della morte di Caroline Corvalan irretisce la Francia. La giornalista di 33 anni ritrovata senza vita lo scorso 24 settembre, mutilata degli arti e della testa in un cantiere di Parigi, era scomparsa il 20 agosto. Solo nei giorni scorsi il suo cadavere, irriconoscibile, è stato identificato. Le indagini degli inquirenti ora cercano di trovare un motivo all'orribile morte e i giornali francesi sono a caccia di indizi. Secondo il sito francese Rtl la donna era stata oggetto, da marzo ad agosto, di minacce di morte. Inoltre il 18 settembre, a pochi giorni dal ritrovamento del corpo, secondo quanto ha raccontato un poliziotto a Le Parisien, degli estranei si erano introdotti nella sua casa e aveva rubato un cellulare, un tablet, una giacca e una borsa. Per alcuni giorni era dalla sua casa scomparsa la macchina fotografica, poi ritrovata. I colleghi la descrivono come una donna appassionata del proprio lavoro ma assicurano che al momento non stava lavorando ad alcuna indagine particolare. Caroline collaborava a diverse testate giornalistiche, tra cui France 3, ma qualcuno ha fatto sapere che la ragazza non era in attività da almeno un anno per dei problemi di depressione. Tra le piste che la polizia sta seguendo quella legata all'attività giornalistica della donna, ma si continua a indagare anche sulla vita personale di Caroline. 
da AGI

Nessun commento:

Posta un commento