giovedì 3 ottobre 2013

CASO DENISE. CONDUTTRICE DI "CHI LA VISTO" ASCOLTATA IN PROCURA

"Sono stata convocata - ha detto la giornalista Sciarelli al suo arrivo a Palazzo di giustizia - come persona informata sui fatti, dal procuratore Alberto Di Pisa, ma non so di quali fatti stiamo parlando". Federica Sciarelli, la conduttrice di “Chi l’ha visto”, è stata sentita dalla procura di Marsala, come persona informata sui fatti, nell’ambito dell’inchiesta scaturita dalle dichiarazioni di Della Chiave per la scomparsa di Denise Pipitone. Sciarelli, all'uscita dal Palazzo di Giustizia, non ha rilasciato alcuna dichiarazione. S'è limitata a dire "Ci siamo occupati tanto di Denise - ha concluso la giornalista - e continueremo a farlo fino a che non verrà ritrovata". Sull'argomento e sul contenuto dell'interrogatorio viene mantenuto il più stretto riserbo, come ha ribadito la giornalista lasciando la Procura al termine dell'incontro durato circa un'ora e mezzo. La redazione del programma “Chi l’ha visto” ha seguito da vicino il caso della piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo il primo settembre 2004 all'età di quasi 4 anni. Del rapimento è stata chiamata a rispondere la sorella, per parte di padre, Jessica Pulizzi, assolta al termine del processo di primo grado dal Tribunale di Marsala, lo scorso 27 giugno. A quasi tre mesi dall’assoluzione di Jessica Pulizzi, il caso della bimba scomparsa sarebbe dovuto approdare il 23 settembre nuovamente in un’aula di Tribunale, ma l’assenza di due periti, Maria Giglio e Pietro Lombardo, che dovevano assistere all’audizione dello psichiatra Antonino Sammartano, ha fatto slittare l’udienza al prossimo 11 ottobre. Il gup di Marsala, Annalisa Amato, ha rinviato la seconda udienza dell’incidente probatorio di Battista Della Chiave, il sordomuto di 74 anni che ha riferito agli avvocati di parte civile di aver visto la piccola Denise Pipitone poco dopo la sua scomparsa il primo settembre 2004, in un magazzino di via Rieti, a Mazara del Vallo, in braccio al nipote, Giuseppe Della Chiave, ora indagato dalla Procura. Ma davanti al giudice, lo scorso 11 giugno, il testimone si era avvalso della facoltà di non rispondere perché familiare dell’indagato. Nell'ultima puntata di "chi la Visto?" del 22 maggio 2013, prima di sospendere per la pausa estiva, la redazione si era occupata del caso di Denis Pipitone alla luce della nuova testimonianza trovata dall’avvocato di Piera Maggio.
<<La scomparsa di Denise Pipitone ha segnato una svolta con la scoperta di un nuovo testimone, il signor Battista Della Chiave, 74 anni, sordomuto: è stato lui a raccontare al legale di Piera Maggio, l’avvocato Giacomo Frazzitta, di aver visto la piccola appena rapita. Ha raccontato di averla vista in braccio a un uomo, il nipote Pino Della Chiave, compagno di un’amica di Anna Corona, la madre di Jessica Pulizzi, sorellastra della piccola accusata del rapimento. Erano nel magazzino dove il signor Battista dava una mano al nipote. Come si è arrivati a signor Battista? Tutto inizia da una telefonata partita da quel magazzino in via Rieti a Mazara Del Vallo verso mezzogiorno e diretta ad Antonietta Lo Cicero, la nonna di Jessica Pulizzi. Sette minuti prima di quella telefonata Anna Corona contattò l’amica Loredana che abita a cinquanta metri dal magazzino: tutto sembra portare a quel magazzino ed è per questo che l’avvocato Frazzitta ha provato a ricostruire cosa accadde quella mattina. Così è risalito al signor Battista che non solo ha visto il nipote fare quella telefonata ma ha riconosciuto la bambina: dopo la telefonata lo ha visto portar via la piccola in moto, su uno scooter. Pino Della Chiave, intervistato la scorsa settimana dal programma, negò tutto, chiarendo che lo zio Battista non conosceva il linguaggio dei segni: secondo una seconda esperta del linguaggio dei sordomuti però l’uomo non solo lo capisce, ma lo usa, anche con gesti “eloquenti”. La famiglia dell’uomo ha poi messo in dubbio il suo racconto: secondo la moglie con il suo gesto vuole riferirsi a un episodio del passato, quando venne sparato a un braccio. Invece l’esperta conferma il racconto della prima volta: il signor Battista sta raccontando quello che ha visto, una bambina tenuta in braccio da un uomo. Nel secondo incontro spunta un altro dettaglio: il signor Battista ha visto quella bambina a bordo di un peschereccio: la moglie a quelle parole sembra quasi impazzire, urlando che la sta mettendo nei guai>>. La settimana precedente la redazione aveva mandato in esclusiva l'intervista al sordomuto i cui dettagli si leggono sul sito ilsussidiario.net.

Nessun commento:

Posta un commento