mercoledì 2 ottobre 2013

ARRESTATI TRE PALERMITANI PER LE RAPINE DEL 2012 NELLE BANCHE DI ENNA E TRAPANI

Arrestati dalla polizia di Trapani, Enna e Palermo, gli autori delle due rapine commesse nel mese di luglio 2012 ai danni di una filiale dell’Istituto di credito “Intesa San Paolo” a Enna e dell’Istituto di Credito Cooperativo “Don Rizzo” di Erice Casa Santa, nel Trapanese. Le tre ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state eseguite nei confronti dei palermitani Salvatore Balsameli, 23 anni, Giuseppe la Vattiata, 24 anni e Aurelio Licata, 30 anni. Balsameli e La Vattiata sono stati arrestati dalla squadra Mobile di Enna lo scorso marzo 2013. Il prosieguo delle indagini ha consentito di individuare Licata, il terzo complice.I provvedimenti sono stati disposti dal giudice per le indagini preliminari di Enna Luisa Maria Bruno. I rapinatori agivano a viso scoperto. Dopo avere fatto irruzione negli uffici, sotto la minaccia di un taglierino, si facevano consegnare i contanti disponibili. Se il personale perdeva tempo non esitavano a sferrare pugni e calci. Per essere certi che nessuno potesse lanciare l'allarme, prima di allontanarsi legavano mani e piedi di tutte le persone presenti. Nel luglio dello scorso anno la banda avrebbe assaltato la filiale della banca Intesa San Paolo di Enna portando via oltre seimila euro. Ben più consistente il bottino della rapina ai danni dell'istituto di Credito Cooperativo Don Rizzo, compiuta nello stesso mese, che fruttò oltre quarantaseimila euro.Gli arrestati sono ritenuti responsabili di entrambe le rapine. Gli investigatori sono riusciti ad individuarli attraverso un attento esame dei filmati dei sistemi di videosorveglianza, interni ed esterni presenti, presso gli istituti bancari e le dichiarazioni di alcuni testimoni.

Nessun commento:

Posta un commento