venerdì 18 ottobre 2013

AEREO SPAGNOLO SEQUESTRATO ALL'ATTERRAGGIO A TRAPANI-BIRGI

Disagi ieri all'aeroporto di Trapani-Birgi per la cancellazione di un volo a tratta sociale destinazione Pantelleria. Un aereo della compagnia spagnola Helitt Lineas Aereas è stato sequestrato ieri mattina dalla polizia italiana presso l'aeroporto Vincenzo Florio di Trapani-Birgi. Il provvedimento è stato disposto dal Tribunale di Rimini, in esecuzione di una richiesta proveniente da una società scozzese, che vanta crediti nei confronti della Helitt. Il provvedimento è stato eseguito nell'aeroporto di Trapani Birgi da personale locale dell'Enac che, assistito dalla polizia, si è avvicinato al comandante, subito dopo l'atterraggio del velivolo, notificandogli il provvedimento di sequestro dell’aereo, intimandogli che non poteva decollare. Così tutti, passeggeri ed equipaggio, sono stati costretti a scendere. L'aeromobile avrebbe dovuto ripartire in giornata per Pantelleria. Il contenzioso tra la società iberica ed l'azienda scozzese è dovuto ad un debito che ammonterebbe a poco più di 100 mila euro, mentre l'aereo varrebbe tra i quattro e i cinque milioni. I sedici passeggeri che, ieri mattina erano a bordo del velivolo, un ATR 72, all’aeroporto di Trapani-Birgi, diretti a Pantelleria, sono stati trasferiti a bordo di un autobus all’aeroporto di Palermo. Il trasferimento a Punta Raisi è stato subito disposto dalla Darwin, la compagnia titolare del volo a tratta sociale, Trapani - Pantelleria, estranea al contenzioso, che aveva preso l'aereo, ora sequestrato, a noleggio. I sedici passeggeri, giunti all'aeroporto di Palermo, sono poi stati imbarcati su aereo della AvantiAir per fare finalmente tappa a Pantelleria. La Helitt Lineas Aereas avrebbe intanto assicurato all’Enac che la situazione sarà risolta in breve tempo.
di Irene Cimino per 

Nessun commento:

Posta un commento