domenica 29 settembre 2013

TRAGEDIA A SANTA VENERINA. MUORE ANZIANA INVESTITA DA PRETE ABBAGLIATO DAL SOLE. DENUNCIATO PER OMICIDIO COLPOSO

Il Comune di Santa Venerina, nel catanese, ha annullato, in segno di rispetto, il Palio delle botti previsto per oggi. Una ottantanovenne è stata investita insieme ai suoi due figli da un sacerdote abbagliato dal sole. La tragedia è avvenuta questa mattina a due passi del cimitero di Santa Venerina. Un prete, don Giovanni Cavallaro, 40 anni, andato a Santa Venerina per trovare i suoi anziani genitori, alla guida della sua utilitaria, stava rientrando a Guardia Mangano, frazione marinara di Acireale, per celebrare la Santa Messa nella chiesa di Maria Santissima dell’Immacolata, quando ha travolto tre pedoni che stavano attraversando la strada. Uno dei passanti investiti, una donna anziana è morta sul colpo. La vittima è la 89 enne, Venera Torrisi, che insieme ai suoi due figli, Antonino e Alfia D’Agostino, di 52 e 58 anni, come ogni domenica, si stavano recando al cimitero a trovare il defunto congiunto. Dalle prime ricostruzioni fatte dai carabinieri della compagnia di Giarre e del Comando provinciale di Catania, intervenuti sul luogo dell’incidente, il religioso, intento a raggiungere la sua parrocchia per dire la messa domenicale, sarebbe stato abbagliato, all’uscita di una curva, da un raggio di sole e abbia centrato i tre pedoni senza essersi accorto in tempo della loro presenza lungo la strada. Pare abbia tentato di evitare l’impatto, ma senza riuscirci. Ha centrato in pieno l’anziana, deceduta sul colpo e di striscio il figlio della signora Torrisi, che ha riportato diversi traumi ed è ricoverato all’ospedale di Acireale. Illesa fortunatamente la figlia Alfia. Il sacerdote è ancora sotto shock. Dai rilievi eseguiti dai carabinieri che indagano sarebbe emerso che don Cavallaro procedesse a velocità ridotta, tanto che la frenata rilevata sul posto è inferiore ai due metri, e che nella zona dell’impatto non sono presenti strisce pedonale. Il prete sarà denunciato in stato di libertà per omicidio colposo e lesioni. 

Nessun commento:

Posta un commento