martedì 3 settembre 2013

SPARA AI CLIENTI CHE NON PAGANO, ARRESTATO BARISTA E PARENTE


















Sparatoria a Cirò Marina. La discussione in un bar degenera al punto da fare impugnare un fucile. Due i feriti e due le persone arrestate. Si tratta dei cugini Franco Afflitto di anni 38 e Aldo Afflitto di 24 anni, entrambi di Cirò. Nella notte tra sabato e domenica scorsi, un gruppo di amici, recatisi in un locale notturno di Cirò Marina hanno avuto una discussione con il barista per una questione che riguarda il pagamento di alcuni cocktail. La lite sembrava aver avuto il suo epilogo senza gravi conseguenze, tuttavia, nella mattinata successiva, c'è stato un secondo incontro delle parti che si è concluso, secondo quanto riferito dal barista, con il pestaggio di quest’ultimo. Recatosi a casa e raccontato al cugino l’accaduto, i due decidono di darsi appuntamento con gli avventori del locale nel centro abitato di Cirò Marina e precisamente nei pressi del passaggio a livello nord. Qui, incontratesi le due fazioni, la questione si è conclusa solo quando il barista ha impugnato un fucile a canne mozze ed ha esploso un colpo a pallini attingendo N.V. di 31 anni e G.G. di 25. I feriti sono stati trasportati all’ospedale di Crotone e dimessi con una prognosi rispettivamente di 15 e 6 giorni. I Carabinieri della Compagnia di Cirò Marina, coadiuvati da quelli del Reparto Operativo di Crotone, intervenuti sul posto hanno ritrovato la borra del colpo esploso. Le immediate indagini hanno consentito di individuare quali responsabili dei reati di tentato omicidio in concorso e porto illegale di armi in luogo pubblico i cugini Afflitto, tratti in arresto ed associati rispettivamente presso la casa circondariale di Crotone e Rossano.

Nessun commento:

Posta un commento