mercoledì 25 settembre 2013

RAPINA A MANO ARMATA A VOLTO SCOPERTO AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SEGESTA. BOTTINO 10 MILA EURO

E' caccia a due rapinatori che, domenica scorsa, hanno aggredito e derubato l'addetto alla biglietteria del Parco archeologico di Segesta. I malviventi hanno agito a volto scoperto ed armati di pistola, immobilizzando, sotto la minaccia dell'arma, e costringendo il malcapitato impiegato a consegnare l'incasso della giornata, oltre agli effetti personali, e dandosi poi a precipitosa fuga. Il colpo ha fruttato circa diecimila euro. "Domenica – secondo quanto riferito dagli impiegati del Parco – alcuni malviventi hanno compiuto una rapina a mano armata contro l’unico dipendente in servizio presso la biglietteria del Parco Archeologico di Segesta. Il collega, dopo essere stato immobilizzato, è stato costretto a consegnare gli incassi degli ultimi giorni oltre agli effetti personali". L'impiegato, sentito dai carabinieri di Alcamo che indagano sull'episodio, ha fornito agli investigatori una descrizione dei due rapinatori. Dei due malviventi, però, al momento non c'è ancora alcuna traccia. Recentemente anche le aree archeologiche di Selinunte e Siracusa erano state teatro di simili atti criminali. "Esprimiamo ai lavoratori la nostra solidarietà, ma non ci rimane che constatare – sottolineano i sindacalisti di Cobas/Codir e Sadirs, Michele D’Amico e Giuseppe Salerno - che le nostre precedenti richieste di rafforzare i servizi di vigilanza sono rimaste inascoltate nonostante fossero concretamente in linea con i reali rischi occorsi". I sindacati intervengono per chiedere all'assessorato regionale ai Beni culturali di implementare i servizi per la sicurezza. "Chiediamo un’immediata ispezione dei luoghi dove il personale di vigilanza presta la propria opera durante tutti i turni, e auspichiamo – aggiungono i sindacalisti D’Amico e Salerno – che venga rispettato ovunque il numero minimo di tre unità di personale, dotandolo anche di tecnologie atte a rafforzare il sistema di sicurezza".
di Irene Cimino per 

Nessun commento:

Posta un commento