sabato 7 settembre 2013

PRETE RISPONDE SU FACEBOOK AGLI AUTORI DELLE SCRITTE ANARCHICHE SUI MURI DELLA CHIESA MADRE DI CAMPOBELLO DI MAZARA

Nei giorni scorsi sul prospetto laterale della chiesa madre di Campobello di Mazara, firmata con un simbolo
di un fantomatico gruppo anarchico, è comparsa la scritta ''Sacramenti a pagamento''. La parrocchia è amministrata da don Pietro Pisciotta, che su Facebook ha commentato rivolgendosi agli artefici della scritta: ''Dico a voi, che non avete il coraggio civile di presentarvi personalmente, che l'edificio sacro è del popolo e dei fedeli e non del prete incaricato. È, perciò, giusto e doveroso che il fedele cristiano, che ne ha la possibilità economica, contribuisca con la sua libera offerta per pagare la manutenzione ordinaria, la luce, il telefono. I sacramenti nella Chiesa - ha aggiunto don Pietro - si amministrano ovunque gratuitamente e allo stesso modo, sia che il fedele è ricco o nullatenente. Davanti a Dio siamo tutti uguali. Vivo non con le offerte, ma con la pensione statale, dopo 40 anni di servizio nella scuola. L'ignoranza talvolta è formidabile''. Le indagini sono curate dai carabinieri della stazione di Campobello di Mazara.

Nessun commento:

Posta un commento