domenica 15 settembre 2013

MAXI RISSA CON ACCOLTELLAMENTO ALLA VUCCIRIA DI PALERMO

Ancora violenza in Vucciria. La scorsa notte il più famoso mercato di Palermo, che durante la notte diventa una dei luoghi di ritrovo della movida palermitana. è diventa un ring per un gruppo di giovani che si sono affrontati con calci e pugni. Alcuni testimoni parlano di un possibile accoltellamento. Ma la polizia, giunta sul post a rissa ormai terminata, non conferma. E si scatena la polemica sulla sicurezza. Il Presidente dell’Associazione Vivo civile, Antonio Ferrante, commenta l’episodio: “Avevamo chiesto ad inizio settimana, nel corso di un confronto radiofonico con l’assessore Di Marco che venissero pattugliate stabilmente la Vucciria e le zone franche della nostra città dopo il grido di allarme che ci è giunto da tanti cittadini. Ancora una volta non ci hanno dato retta, dobbiamo aspettare il morto per riportare la legalità in tutta Palermo?”.  “Diciamo da mesi le stesse cose – attacca Ferrante- che è necessario un intervento deciso dove l’illegalità fa da padrona a danno di cittadini e commercianti onesti cercando di trasmettere il messaggio che le parti sane della città devono unirsi per riconquistare le zone ormai abbandonate al caos. Speriamo che almeno stavolta, a differenza di quanto accaduto con la pronuncia del Tar, l’amministrazione faccia un serio mea culpa e prenda finalmente quei provvedimenti che da mesi chiediamo con forza. Come cittadini aspettiamo dall’amministrazione risposte plausibili”.
da

Nessun commento:

Posta un commento