giovedì 19 settembre 2013

MAFIA & POLITICA. TREMA CALTANISSETTA INTERA PER LE RIVELAZIONI DI UN NUOVO PENTITO CHE STA RICOSTRUENDO IL RUOLO DI INSOSPETTABILI "AVVICINATI"

E’ considerato il reggente della famiglia mafiosa di Niscemi ma negli anni ’90 era stato anche consigliere comunale della Democrazia Cristiana. Adesso ha deciso di saltare il fosso e sta parlando con gli inquirenti di mafia e di politica locale e regionale. Si chiama Giancarlo Giugno il nuovo pentito che da una località segreta sta spiegando agli investigatori equilibri e collusioni facendo nomi e cognomi. Trema il mondo politico nisseno e non soltanto ma per i riscontri ci vorrà tempo. L’inchiesta, assicurano dall’antimafia, non riguarda solo Niscemi ma l’intera provincia di Caltanissetta ed il ruolo di tutti gli “avvicinati” degli anni ’90 e 2000 che ora ricoprono incarichi a vario livello politico, imprenditoriale e manageriale. In base alla normativa sui pentiti ci sono tre mesi dall’inizio della collaborazione per raccogliere tutte le dichiarazioni di Giugno che saranno, comunque, poi riscontrate prima che si possa giungere a risultati concreti.
da 

Nessun commento:

Posta un commento