domenica 29 settembre 2013

IL GIORNO NERO DELLE TASSE. SCADENZA FISCALE 30 SETTEMBRE 2013

E’ arrivato il grande giorno, o meglio quello che in America sarebbe già stato soprannominato come il Big Mondey: lunedì 30 settembre sono previste ben 49 scadenze fiscali. A queste si vanno ad aggiungere poi quelle previste nei singoli comuni: proprio lunedì 30 settembre, si dovrà provvedere a pagare la tassa dei rifiuti; sono inoltre previste ancora per la fine di settembre, le scadenze previdenziali, quali ad esempio il versamento dei contributi volontari, o la revisione delle auto. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le tasse che dovranno esser versate in quello che è stato definito il giorno nero delle tasse. Il giorno nero delle tasse, lunedì 30 settembre, in cui i contribuenti italiani dovranno fare i conti con ben 49 scadenze fiscali. A queste occorre poi aggiungere le imposte previste dai singoli comuni e che variano quindi da nord a sud. I contribuenti dovranno provvedere al pagamento della tassa sui rifiuti e alle scadenze previdenziali, come il versamento dei contributi volontari, o la revisione delle auto. Se si aggiungono tutte queste scadenze, lunedì 30 settembre, il numero delle scadenze sale a 50.

Ben 50 adempimenti diversi che vanno a coinvolgere tanti soggetti diversi: dai lavoratori dipendenti agli artigiani e commercianti, dai pensionati ai proprietari immobiliari, dalle Onlus alle associazioni sportive dilettantistiche, dalle società di capitali agli enti senza scopo di lucro. Il fisco e la burocrazia non hanno però dimenticato neppure il Senato, la Camera, la presidenza della Repubblica e la Corte costituzionale che devono trasmettere alcuni elenchi. Per rendersi conto del numero elevato di scadenze, previste per lunedì 30 settembre, è sufficiente fare riferimento al sito dell’Agenzia delle Entrate, in cui è presente un utilissimo scadenzario. E’ facilmente visibile come le scadenze del giorno lunedì 30 settembre occupano 33 delle 127 pagine previste per l’intero mese di settembre. E’ chiaro che anche negli altri giorni il Fisco e la burocrazia non sono stati molto clementi con i contribuenti.

Ovviamente ci sono scadenze e scadenze. 
Le più importanti di fine mese riguardano la presentazione in via telematica del modello Unico, della dichiarazione Irap e di quella Iva. C’è poi la possibilità di versare le imposte non pagate nel 2012 beneficiando di sanzioni ridotte. Quest’anno, poi, si è aggiunta una nuova scadenza e questa favorevole ai contribuenti: ovvero la possibilità per i dipendenti, rimasti senza datore di lavoro, di presentare un 730 a credito in modo di ottenere in pochi mesi il rimborsi direttamente dall’Agenzia delle Entrate senza dover aspettare.

Nessun commento:

Posta un commento