sabato 14 settembre 2013

IL CORDOGLIO DEGLI AMICI SU FACEBOOK PER IL GIOVANE CENTAURO MORTO A PALERMO

Sono già decine i messaggi sul profilo Facebook di Alessio Scarantino, il motociclista di 29 anni morto per le ferite riportate in seguito al maxi tamponamento avvenuto ieri notte in via Francesco Crispi a Palermo. I primi erano di speranza e auguri di pronta guarigione perché risalgono alle ore in cui il giovane, che lavorava come chef a Modena, era ancora ricoverato al reparto di rianimazione dell’ospedale Villa Sofia. Di tenore diverso gli altri commenti che continuano ad arrivare uno dopo l’altro: parole piene di dolore per la perdita di un amico. Tra i commenti anche quello di Giovanna, una ragazza che ha assistito al violentissimo scontro in via Crispi: “Io ero tra le persone presenti all’incidente, ho cercato qui su Facebook sperando in buone notizie.. mi dispiace davvero tanto”. Tantissimi i messaggi di chi invece Alessio lo conosceva bene come quello di Mario: “Addio Alessio,sarai sempre nei nostri cuori,addio!”. Oppure quello di Alessandro: “Ale non doveva andar così….. Ciao R.I.P”. Alessio Scarantino aveva una fortissima passione per quella moto, una Bmw, sulla quale è morto. Erano tante le foto pubblicate sul social network che lo ritraevano sul bolide. Compresa quella della copertina del suo profilo: in cui lo chef sorride accanto alla sua moto, con addosso il giubbotto da motociclista, con lo sfondo del lungomare di Terrasini.

di Claudio Porcasi per

Nessun commento:

Posta un commento