venerdì 6 settembre 2013

GLI 007 AMERICANI E BRITANNICI CI SPIANO DAL WEB. VIOLATE LE NOSTRE EMAIL, CONTI BANCARI, ACQUISTI ONLINE, ECC...

Nuova puntata dell'Nsagate, al momento la più inquietane. Gli 007 dello spionaggio elettronico Usa della National Security Agency, e gli omologhi britannici del Gchq, sono in grado di leggere tutto quanto passa dal web di ogni singola persona connessa ad internet. Le due agenzie di spionaggio sono infatti riuscite a violare i sistemi di criptaggio anche più sofisticate con cui i gestori dei siti proteggono i nostri dati e le nostre comunicazioni. Grazie a super computer Nsa e Gchq hanno letto e possono continuare a farlo email, conti bancari, acquisti online, cartelle cliniche, acquisendo ogni genere di dati, anche i più riservati, passati dalla rete. E' quanto emerge dall'ultima tornata di dati segreti forniti dalla talpa dell'Nsagate, Edward Snowden, dal 23 agosto scorso in Russia, pubblicata in contemporanea dal britannico Guardian e dal New York Times. La lunga serie di documenti, pubblicati anche dal sito Usa ProPubblica, include:
- notizie su un programma della Nsa, che dopo 10 anni di ricerca, nel 2010 consente di violare le tecnologie di criptaggio con cui - si è scoperto, ormai, in teoria - sono protette le nostre comunicazioni sulla rete
- che la Nsa ha speso solo quest'anno 254,9 milioni di dollari (contro i 'soli' 20 per il già noto - da giugno - sistema di intercettazioni web 'Prism') sul programma 'Bullrun', che ha, tra l'altro, l'obiettivo di "influire in segreto" nella la progettazione dei sistemi di comunicazione dei colossi del web, arrivando anche a modificare gli stessi standard internazionali (definiti da organismi sovranazionali) con cui vengono realizzati i sistemi di criptaggio (dal 2011 solo per queste attività sono stati spesi 800 milioni di dollari)
- che un team del Gchq britannico ha sviluppato un sistema per violare il servizo mail dei 4 principali gestori dei servizi di posta elettronica del pianeta: Hotmail (di Microsoft), Google, Yahoo e Facebook.
Snowden, scrive il Guardian, era solo uno degli 850.000 fra contractor esterni - come lui - e interni dotate del massimo livello di autorizzazione all'accesso a documenti 'top secret', che consentiva loro di accedere al progetto 'Bullrun', il più delicato e segreto.
da AGI

Nessun commento:

Posta un commento