lunedì 30 settembre 2013

GIALLO SULLA MORTE DI GAETANO MUSELLA, EX CALCIATORE DEL PALERMO

Il cadavere di Gaetano Musella, ex attaccante del Palermo ed ex allenatore della Sanremese e di tante altre squadre è stato trovato sulla scogliera di Caprazoppa, a Finale Ligure (Savona). Musella indossava una maglietta e un paio di ciabattine da mare ed era senza pantaloni. L’esame esterno del cadavere compiuto dal medico legale non avrebbe evidenziato lesioni tali da far pensare a un’aggressione. Un turista ha trovato il corpo senza vita poco dopo l’ora di pranzo. Lo straniero ha chiamato i carabinieri che hanno compiuto un sopralluogo in tutta la zona senza però trovare elementi sospetti. Una vita per il calcio per Musella che ha militato in tantissime squadre tra cui anche il Palermo nella stagione 1989/90. In quell’anno realizzo 11 reti in 33 presenze. Anche il Napoli calcio tra cui il Presidente Aurelio De Laurentiis, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la SSC Napoli esprimono profondo dolore per la prematura scomparsa dell’ex attaccante azzurro degli Anni 80: “Nino” come era affettuosamente chiamato dagli amici è stato un enfant prodige del calcio italiano. E’ cresciuto nelle giovanili del Napoli ed ha esordito in maglia azzurra in Serie A ad appena 17 anni. Ha sfiorato lo scudetto in azzurro nella stagione 1980/81 nel Napoli di Krol e di Marchesi allenatore. Per lui si aprirono anche le porte della Nazionale Under 21. Ancora nel cuore dei tifosi un suo storico gol contro il Torino al Comunale con uno stacco di testa dal limite dell’area”.
da 

Nessun commento:

Posta un commento