martedì 24 settembre 2013

E' IN COMA IL GIOVANE MARSALESE NOTATO TRA LE LAMIERE ALL'ALBA, DOPO ESSERE FINITO NELLA NOTTE IN UNA SCARPATA

Permangono gravissime le condizioni del giovane automobilista marsalese rimasto seriamente ferito la scorsa notte sulla statale 115, Marsala-Mazara, in contrada Berbarello. F. C., 26 anni, aiutante cuoco in un noto ristorante del versante sud di Marsala, è finito con la propria auto dentro una scarpata. Le sue condizioni erano talmente gravi che il giovane non è riuscito ad uscire dall’abitacolo per chiedere soccorso. Secondo le prime ricostruzioni il giovane, che stava rincasando dopo il turno di lavoro, avrebbe perso il controllo della sua Lancia Y, finendo fuori strada, abbattendo un muretto e il guard rail. La strada era ovviamente deserta, nessuno ha visto o sentito l'urto dell'incidente. L'auto è andata a finire in un terreno incolto, pieno di canne. L’incidente si sarebbe verificato nel cuore della notte rimanendo incastrato tra le lamiere dell'auto fino alle prime luci di oggi, quando all'alba, un residente della zona si è accorto di lui ancora incagliato fra le lamiere dell’auto e ha dato l'allarme. Sul posto sono arrivati subito dopo i vigili del fuoco, che hanno estratto il ventiseienne dall'abitacolo, ed una unità medica del servizio 118, nonché gli agenti della polizia municipale della squadra infortunistica. Il giovane marsalese, a seguito dei diversi traumi e fratture, nonché gravi ferite riscontrate alla milza ed ai reni, giunto al pronto soccorso dell’Ospedale Paolo Borsellino è stato operato d’urgenza. Subito dopo i medici ne hanno disposto il trasferimento, con l’elisoccorso, presso l’ospedale “Villa Sofia” di Palermo, dove è ricoverato in stato di coma farmacologico. La prognosi resta riservata e le prossime ore saranno decisive. Per effettuare i rilievi del caso e stabilire l'esatta dinamica è intervenuta sul posto la squadra infortunistica della polizia municipale diretti dall’ispettore capo Tommaso Trapani e coordinata dall’ispettore Luca Isacco, che hanno avviato le indagini dirette dal sostituto procuratore Sabrina Carmazzi, che vista la gravità dell’incidente ha aperto un fascicolo per stabilire le cause e le responsabilità dell’incidente.


Nessun commento:

Posta un commento