martedì 17 settembre 2013

DISAGI ALL'OSPEDALE MARSALESE PER UN BLACK OUT IDRICO DOVUTO AD UN FURTO DI CAVI DI RAME

Gravi disagi per un black out idrico all’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala, nel Trapanese, e nella parte
alta della città. L'interruzione è dovuta ad un furto di cavi di rame presso i pozzi di San Silvestro, che riforniscono le utenze del versante alto della città, dove è allocato anche il nosocomio cittadino. I ladri hanno agito in piena notte, asportando un ingente quantitativo di rame.
Questa mattina l’ospedale marsalese si è trovato a fare i conti con l’interruzione della fornitura idrica che ha provocato almeno per un paio di ore notevoli disagi. Scattato l’allarme i tecnici comunali, coordinati dal vice sindaco di Marsala, Antonio Vinci, hanno avviato, dopo il sopralluogo ai pozzi, le necessarie opere di riparazione, che dato il quantitativo di materiale asportato, richiederanno dalle 36 alle 48 ore per ripristinare la fornitura idrica. Intanto, per fronteggiare l’emergenza, in particolare, quella del nosocomio marsalese, l’amministrazione comunale ha disposto ed attivato un servizio sostitutivo urgente di approvvigionamento a mezzo autobotti. Per il furto subito, l’amministrazione comunale ha presentato formale denuncia ai carabinieri della stazione di Ciavolo che indagano sull’episodio con il coordinamento della Compagnia di Marsala.
di Irene Cimino per

Nessun commento:

Posta un commento