giovedì 19 settembre 2013

CONDANNATO L'EX ASSESSORE CENTORRINO. A SI24 "ACCETTO LA SENTENZA CON SERENITÀ"

Un risarcimento di 360 mila euro e una condanna al pagamento di 500 mila euro ciascuno per aver finanziato le integrazioni a tre progetti della formazione professionale dell'Anfe. A tanto ammonta la pena comminata all'ex assessore regionale Mario Centorrino e al dirigente Gesualdo Campo dai giudici della sezione d'appello della Corte dei Conti. "Accetto la sentenza con serenità", ha detto l'ex assessore a Si24. Condannati al pagamento di 74mila euro a testa anche altri due dirigenti: Maria Josè Verde e Marcello Maisano. Assolta, invece, Caterina Fiorino, difesa dall'avvocato Massimiliano Mangano, ex dirigente della Ragioneria. In primo grado era stata condannata al pagamento di 74 mila euro. I giudici hanno accolto parzialmente il ricorso dell'ex assessore, difeso dall'avvocato Gaetano Armao, che in primo grado era stato condannato a risarcire la Regione di 500 mila euro. La vicenda ruota attorno al finanziamento di un milione e 742 mila euro a titolo di integrazioni autorizzato con decreto 4478 del 30 novembre del 2010, a firma dell'ex assessore della giunta Lombardo, per l'esecuzione di tre progetti di formazione professionale denominati Sirio, Mizar e Vega gestiti dall'Anfe. ''Sotto il profilo del nesso di causalità - dicono i giudici nella sentenza - appare incontestabile la riconducibilità del danno erariale da parte dell'assessore Centorrino e del dirigente generale Campo''. "Appartengo alla scuola di coloro i quali accettano le sentenze con serenità anche quando non le condividono - ha detto l'ex assessore del Governo Lombardo a Si24. - Aspetto di vedere le motivazioni per valutare il profilo della correttezza".

intervista della redazione di 

Nessun commento:

Posta un commento