venerdì 13 settembre 2013

BIMBA GELESE MUORE DURANTE INTERVENTO DI ROUTINE A SOLI 2 ANNI PER EMORRAGIA INTERNA. PROCURA DI ROMA APRE INCHIESTA

Tragedia al Policlinico Tor Vergata di Roma, una bambina di due anni e mezzo è morta l'altro ieri in seguito ad un "evento avverso". A riferirlo è lo stesso nosocomio romano che ha subito avviato un'inchiesta interna. Gloria Maria Ascia era partita da Gela per un trapianto di midollo ma la speranza si è spenta in sala operatoria all'Istituto mediterraneo dei trapianti romano durante un intervento preparatorio al trapianto di midollo osseo, che era previsto per ottobre. La bimba sarebbe morta subito dopo l’installazione di un catetere.La piccola, malata di una grave e rara forma di talassemia con cui conviveva dalla nascita, era stata visitata dai medici sia del Cervello di Palermo che del Policlinico di Catania, dove era seguita sin dalla nascita. Ai genitori era stato detto che un intervento sarebbe stato inutile e rischioso, in una fase in cui la malattia non si era ancora manifestata. All'istituto mediterraneo dei trapianti del Policlinico Tor Vergata di Roma la pensavano diversamente. Così la piccola è partita da Roma insieme alla madre il 3 settembre scorso per un intervento di routine prima del trapianto. Il donatore doveva essere il fratellino di sei anni, compatibile al 100 per cento con la sorellina. Il padre, Antonino Ascia, libero professionista di Gela, era rimasto a casa. Alle 9 del mattino Gloria è entrata in sala operatoria. L’intervento per installare il catetere che sarebbe dovuto servire per le trasfusioni doveva durare 40 minuti, invece è uscita dopo 4 ore, ancora addormentata per l’anestesia. I sanitari capiscono che in sala operatoria qualcosa è andato storto e la bimba va di nuovo sotto i ferri. Ma dalla sala operatoria esce senza vita. Gloria muore per un'emorragia interna causata forse da un catetere troppo grosso. Il decesso, riferisce la famiglia, è avvenuto alle 18,45 di mercoledì pomeriggio nella sala operatoria dell’Ime. "Ieri sera - si legge nella nota del nosocomio - una bimba di due anni e mezzo ricoverata presso il Policlinico Tor Vergata è deceduta a seguito di un evento avverso, oggetto di immediati accertamenti. La Direzione generale del Policlinico ha infatti richiesto al direttore sanitario aziendale una dettagliata e documentata relazione sull'evento e ha disposto la costituzione di una commissione medica di inchiesta composta da specialisti esterni di comprovata esperienza per accertare le modalità dell'accaduto e verificare le eventuali responsabilità professionali. All'esito degli accertamenti - conclude la nota dell'ospedale - si riserva di assumere eventuali provvedimenti cautelari sul personale coinvolto. Il tutto in assoluta trasparenza e a totale garanzia dei cittadini e della verità". I genitori della bimba si sono rivolti ai carabinieri chiedendo giustizia. La Procura di Roma ha aperto un'inchiesta in relazione alla morte della bambina, per stabilire le eventuali responsabilità nel decesso. In base a quanto si apprende i carabinieri del Nas hanno già proceduto al sequestro della cartella clinica della piccola. Sarà l'autopsia eseguita oggi sul corpicino a far luce su questa tragedia. Il rientro della salma nella cittadina nissena è previsto per domani.

Nessun commento:

Posta un commento